Katy Perry smentisce le parole di Kesha: "Mai stata violentata da Dr Luke"

Le dichiarazioni di Katy Perry sono state rivelate nei giorni scorsi: la cantante ha negato la violenza da parte di Dr Luke.

Katy Perry ha smentito Kesha. Nella lunghissima battaglia legale tra la cantante e il produttore, ha un ruolo importante quello che ha dichiarato l'interprete di "Roar", chiamata a testimoniare durante il processo. Sebbene fosse stato chiesto di secretare le sue parole, in queste ore, la stampa americana ha reso noto la smentita, durante la sua apparizione in aula, da parte della Perry in merito alle voci di una violenza della quale sarebbe stata vittima.

In una deposizione datata 21 luglio (2017) e pubblicata lunedì (27 agosto 18), la cantante avrebbe chiarito di essere a conoscenza del fatto che Kesha aveva fatto una dichiarazione in cui sosteneva che Luke l'avesse violentata, ma insisteva dicendo che non era vero. La Perry ha anche smentito le voci secondo le quali il produttore le avesse fatto fare uso di droghe e ha dichiarato di non aver mai avuto una relazione sessuale o romantica con lui.

Gli avvocati hanno anche affermato che Kesha avrebbe detto a Lady Gaga che il loro cliente aveva violentato Katy.

Nella sua deposizione, Gaga ha affermato che John Janick, presidente e CEO di Interscope Geffen A & M Records, aveva detto a lei e Kesha di aver sentito una "voce" su Luke e Perry.

Ha detto qualcosa del tipo 'Ho sentito che ha anche violentato Katy'".

Via messaggio, con Kesha, Gaga ha successivamente espresso rammarico per aver inavvertitamente portato la collega Katy in questa pressione mediatica:

"Il tuo team legale e Dr. Luke hanno preso i miei messaggi di testo privati ​​che sono stati l'unica conversazione su Katy Perry che viene violentata dal Dr. Luca e li hanno resi pubblici. Questa è stata una conversazione privata che tu, la tua squadra e il tuo gruppo avete reso noti, non avrei mai -in un milione di anni, in un milione di anni- se fosse stata violentata, reso questa cosa pubblica"

Via | Music News

  • shares
  • Mail