25 agosto 2001, 17 anni dalla morte di Aaliyah in un incidente aereo alle Bahamas

Era il 25 agosto 2001 quando la cantante e attrice perdeva la vita in un incidente aereo alle Bahamas.

Oggi, 25 agosto 2018, sono passati 17 anni dalla morte improvvisa di Aaliyah. Il suo debutto nel mondo della musica avviene nel 1994 con l'album in studio "Age Ain't Nothing but a Number", seguito -due anni dopo- da " One in a Million". Non è stata solo cantante ma anche attrice, in due pellicole, Romeo Deve morire del 2000 e La regina dei dannati (uscito nel 2002). Nella sua brevissima carriera ha venduto oltre 25 milioni di dischi con un patrimonio di oltre 10 milioni di dollari.

La tragedia avvenne intorno alle 18:49 del 25 agosto 2001. La cantante si trovava alle Bahamas, insieme al suo staff, impegnata nelle registrazioni della nuova clip. Le riprese del video per "Rock the Boat" si erano concluse. Aaliyah, insieme ai sette membri, salirono su un Cessna 402B all'aeroporto di Marsh Harbour diretti a Opa-Iocka, vicino a Miami. Originariamente il volo era previsto per il giorno dopo ma, dato che le registrazioni si erano concluse in anticipo, vollero anticipare la partenza e scegliere un altro aereo più piccolo ma disponibile quel giorno.

aaliyah.png

Dopo il decollo, a circa 60 metri, l'aereo si schiantò al suolo, uccidendo tutti i passeggeri: oltre ad Aaliyah, persero la vita il pilota Luis Morales III, il parrucchiere Eric Forman, Anthony Dodd, la guardia del corpo Scott Gallin, il produttore Douglas Kratz, lo stilista Christopher Maldonado e i dipendenti della Blackground Records Keith Wallace e Gina Smith.

  • shares
  • Mail