Ermal Meta: "Il prossimo anno mi prendo una pausa per riuscire a fare un disco in tempi più umani"

Ermal Meta parla di live, di una pausa nel 2019 e della situazione dei porti chiusi...

ermal-meta.png

Ermal Meta ha rilasciato un'intervista al sito Donna Moderna, nella quale ha parlato del suo successo, dei riscontro dei live e di come lui stesso sia rimasto sorpreso e felice nel riuscire a diventare cantante e non più solamente autore di brani per gli altri:

(...) Fino a 2 anni e mezzo fa scrivevo canzoni per altri, me ne stavo chiuso nella mia tana. Non avrei mai immaginato di raggiungere obiettivi così grandi. (...) C’è un misto di soddisfazione e incredulità. Ho combattuto per arrivare fino a qui. A volte ho fatto dei passi indietro, ma sempre per prendere la rincorsa. Come quando ho pensato che il mio destino fosse essere solo un autore, visto che con le band del passato non aveva funzionato.

Ermal riflette anche sulle tensioni sociali di questi ultimi tempi e sulla questione di "porti chiusi" nel nostro Paese:

Se quello che sta succedendo adesso in Italia fosse accaduto 24 anni fa (Ermal è arrivato a Bari dall’Albania con la madre, un fratello e una sorella nel 1994, quando aveva 13 anni, ndr), io non sarei qui a scrivere canzoni, fare musica, andare in tv ed esibirmi ai concerti. E come me tanti altri. I confini esistono. Però so che esistono le persone prima dei confini, bisognerebbe dare una possibilità alla vita. Mi ha fatto male leggere alcune cose ultimamente. Non esiste un diritto di nascita più di un altro.

Infine, sottolinea di essere impegnato con i live, negli ultimi tempi, e di essere intenzionato a prendersi una pausa prima di rilasciare il prossimo disco di inediti:

Di canzoni ne ho già una ventina. E sto scrivendo un libro, una sorta di diario di riflessioni, di mezze poesie, testi che non diventeranno mai canzoni. In questo momento mi sto dedicando completamente ai live, il momento più importante per me. Però il prossimo anno mi prendo una pausa per riuscire a fare un disco in tempi più umani. Ogni brano e ogni idea si muovono e ho bisogno di tempo per capire che cosa c’è nella mia testa.

  • shares
  • +1
  • Mail