Enrico Papi, Un'estate mentale: testo e audio

Un'estate mentale di Enrico Papi: video e testo della canzone su Blogo.it

enrico-papi.jpg

Dopo il successo ottenuto con il singolo d’esordio “Mooseca”, con quasi 15 milioni di visualizzazioni su YouTube e oltre 56.000 iscritti al canale dedicato Vevo, Enrico Papi torna con “Un’estate Mentale” il nuovo singolo in uscita Venerdì 15 giugno distribuito da Sony Music Italy.

Se con il tormentone estivo “Mooseca” Enrico Papi, nell’inedita veste di cantante, giocava con ironia tra citazioni e rimandi al mondo televisivo, a distanza di un anno lo storico conduttore di Sarabanda in questo brano canta con allegria e leggerezza l’estate di chi non riesce ad andare in vacanza e fugge nei paradisi virtuali del web.

Scritto da Jacopo Ettore, autore di hit di successo per Benji e Fede, Giusy Ferreri, Annalisa e Shade, Luca Serpenti, già bassista di Max Pezzali, e dallo stesso Enrico Papi, il brano ci proietta nelle vacanze di chi resta in città ma con un visore da realtà virtuale sogna comunque spiagge bianche e mari tropicali. Una canzone leggera, pop, che si rivolge ad un
mondo che è sempre in cerca di un'altra realtà, con i piedi per terra ma la testa in aria, nel web e sui social.

Il videoclip della canzone, girato ed interpretato da Enrico Papi, vede il protagonista che, costretto a restare a casa per le vacanze, non si scoraggia ma indossa gli occhiali da realtà virtuale e sogna di stare su spiagge tropicali,
fra mari trasparenti, feste e belle ragazze, perché sognare non costa niente ed in fondo come canta Papi “l’estate è uno stato mentale”.

Il video ufficiale uscirà il 19 giugno 2018. Qui sotto audio e testo del brano.

Più ci penso
Più non capirò mai
Chi prenota un anno prima
Hotel e volo per le Hawaii
Tu quest’anno
In vacanza dove vai
Siamo già arrivati a luglio e il posto ancora non lo sai

Spiaggia bianca sotto casa mia
Ma solo una cartolina sopra la scrivania
Sarà da più di un anno che non vado via
Vorrei partire senza ritornare

Ma se il sole non c’è
Prendo la luna che è uguale
Che poi tanto il sole fa male
Se il mare non c’è
Riempio una vasca di sale
l’estate è uno stato mentale
Un’estate mentale
Un’estate mentale

Io sognavo
Jacuzzi e una suite
ma la coppia dell’estate è doccia fredda e B&B
Night live zero
Ma cosa vuoi che sia
Metterò l’abito scuro per andare in pizzeria

Karaoke canzoni retrò
Proprio sotto la finestra
Chissà se dormirò
Ma che a pensarci bene è meglio di no
Io vado fuori senza ritornare

Ma se il sole non c’è
Prendo la luna Che è uguale
Che poi tanto il sole fa male
Se il mare non c’è
Riempio una vasca di sale
l’estate è uno stato mentale
Se la spiaggia non c’è
Mister io salgo le scale
Che poi non si sta così male
Se il viaggio non c’è
Ma in volo io non voglio atterrare
L’estate è uno stato mentale

Non lo so se è il paradiso oppure no
Cerco una meta a metà
Non svago la felicità
E non lo so, io non lo so
Se andare al largo oppure no
Parto adesso non ritornerò

Ma se il sole non c’è
Prendo la luna Che è uguale
Che poi tanto il sole fa male
Se il mare non c’è
Riempio una vasca di sale
l’estate è uno stato mentale
Se la spiaggia non c’è
Mister io salgo le scale
Che poi non si sta così male
Se il viaggio non c’è
Ma in volo io non voglio atterrare
L’estate è uno stato mentale
Un’estate mentale
Un’estate mentale

  • shares
  • Mail