Siae, i dati e gli assunti di SIAE NEXT a pochi giorni dalle elezioni per il rinnovo degli organi sociali

Il 13 giugno 2018 si terranno le elezioni per il rinnovo degli organi sociali: due le liste in sfida, SIAE NEXT e LA SIAE che vorrei

siae-next.jpg

Al Roma Convention Center la Nuvola di Viale Asia, il prossimo 13 giugno alle ore 11, si terranno le votazioni degli associati SIAE per il rinnovo degli organi sociali. In quella data, ci sarà una sfida tra due liste che vedono contrapposti SIAE NEXT, presentata dall’amministrazione uscente che fa capo a Sugarmusic SpA, e, dall’altro, La SIAE che vorrei proposta da Cafè Concerto Italia SRL.

La gestione SIAE NEXT, negli ultimi tre anni, ha visto la nascita di importanti cambiamenti con un'attenzione particolare alla SIAE Solidale (che prevede la storica possibilità di iscrizione gratuita per gli autori ed editori under 31) e per le startup editoriali che operano da meno di due anni. Non minore importanza ha avuto Sillumina, che consiste nella distribuzione dei 10% dei compensi della copia privata in attività che favoriscono la creatività e la promozione della cultura. Questa gestione ha portato risultati e iniziative importanti: tra questi citiamo i numerosi investimenti in attività di promozione culturale e una cifra che si aggira intorno alle 2000 domande di iscrizione online solamente nell'anno 2016.

Proprio alla luce di questi dati, SIAE NEXT ha voluto smentire alcuni dati e assunti pubblicati da La SIAE che vorrei. Tra queste precisazioni, hanno sottolineato l'investimento di 61,2 milioni di euro in totale, con finalità di svecchiamento delle pratiche e abbandono del cartaceo rispetto ai millantati 100 mln € per innovazione tecnologica e riorganizzazione aziendale. Inoltre, anche alla luce del periodo storico e sociale di occupazione, gli investimenti riguardanti il personale sono rappresentati da incentivi all’esodo alternative a “crudeli” politiche di licenziamento. SIAE ha risparmiato un terzo dei costi inerenti a stipendi senza dover licenziare e potendo contare anche su un aumento degli incassi e una particolare attenzione alla rete. Inoltre, proprio il Fondo Pentagramma, interamente appartenente a SIAE, ha consentito le massime performance al minimo rischio, classificandosi al terzo posto al mondo tra i fondi obbligazionari in termini di miglior rischiosità evitando quindi, accuratamente, la gestione rischiosa e poco diversificata dei costi. Segue sempre queste intenzioni di salvaguardia il Fondo Norma, che permette di trasferire i rischi del fondo pensione ad un’assicurazione di livello internazionale, senza toccare le finanze di autori ed editori.

In tema costi e ricavi, questi ultimi sono aumentati del 15% mentre le provvigioni sono diminuite dal 16% al 15,3%. Il bilancio è in attivo con un aumento dei diritti netti liquidati (+28%) e provvigioni tra le più competitive in tutta Europa. SIAE contabilizza i proventi finanziari derivati dalla gestione degli incassi come ricavi tipici, utilizzandoli per ridurre le provvigioni e assegnando quegli stessi proventi finanziari agli autori ed editori. SIAE resta tra le poche collecting ad aver contrastato il “value gap” (gli incassi che operatori come Google ottengono dai contenuti culturali senza pagare il diritto d’autore) e ha persino avviato azioni giudiziarie su questo. Tutto questo senza procurare alcun ritardo nelle ripartizioni e rispettando la Direttiva Barnier. Infine, per quando riguarda il Fondo di solidarietà. si parla di cifre erogate ingenti e somme molto rilevanti (oltre 1 Mln € all’anno).

  • shares
  • Mail