Maskalè, Amorevoli Cure: testo e video [Anteprima Blogo]

Amorevoli Cure di Maskalè: video e testo della canzone in anteprima su Blogo.it

"Amorevoli Cure" è il singolo del cantautore catanese Maskalé che anticipa il nuovo EP: "Maskalé".

Ha iniziato a suonare la chitarra grazie agli insegnamenti del padre che, nella sua giovinezza, ex componente della band, "Scuderia ’70". Saranno i Beatles e la musica folk americana ad influenzarne lo stile. A 16 anni entra a far parte dei Noema, gruppo post rock, progetto importante per la formazione cantautoriale. Nel 2006 suona al Lavica Rock con la band Kurù ed esegue alcuni inediti, tra cui “Tra le nuvole”. Nell’Estate 2009 partecipa al contest Lennon Festival, proponendo il brano “Federica”. Successivamente ha inizio la registrazione dell'album al Dubbetti studio di Salvo DuB. Al disco collaborano musicisti come Manuele D’Oca, Marco Bertino, Antonio Amore, Ture Moschetto, Alessandro Corallo, Giuseppe Moschetto e Massimo Rapisarda.

Nell’Ottobre del 2014 esce sul web il primo video musicale “Cameriere di Palmento” pubblicato dallo studio VTE di Santi Distefano ed alla fine dello stesso anno inizia una collaborazione con Dinastia (Maurizio Musumeci), approccio ad uno stile pop-rap, con cui compone il singolo “Un bastardo come amico”. Nel 2017 partecipa all’Enna festival proponendo “Questo Vento”.
Nel Dicembre 2017 lavora ad un nuovo progetto,un EP di 5 brani realizzati e prodotti da Riccardo Samperi presso TRP studio e il 1 giugno viene pubblicato il video del singolo "Amorevoli Cure", a cura di Tandem di Nanni Musiqo.

In apertura post il video ufficiale, qui sotto il testo della canzone.

maskale.jpg

Sorride a comando, non che sia stupida
Agevola il canto, limpida e morbida
Dolce è il suo pianto
Voce nostalgica resa dal vento..
Profumo di moka, mattino d’Inverno
Bimba che gioca, innato talento
Piccola strega ingenua e sfuggente
Torna ogni sera nella mia mente
RIT. Mia, sei mia, tu sei mia
Non andar via o dovrò legarti stretta a me
Non è gelosia, forse invidia per Dio
Fortunato tra le nuvole, tra amorevoli cure
Privo di cura perdo il diamante
Arido cuore, lurido amante
Stringo un pensiero irriverente
Gusto un po’ amaro stretto trai denti
Grida l’amore urla per niente

srapi.setPkey('252b199f1f3067f890b493eb52294b48'); srapi.setSongId(751869); srapi.run();

  • shares
  • Mail