Paola Turci, esce Il Secondo Cuore: "Canto quella vitalità che sento oggi dentro di me"

Paola Turci racconta Il Secondo Cuore, il suo nuovo album.

paola-turci.jpg

L’energia positiva che emana Paola Turci è qualcosa di bello. Sorriso sereno, capelli non più davanti al viso come uno scudo (“E’ stata la scelta più faticosa che ho dovuto fare”), t-shirt a maniche corte (perché a Milano fa già caldo): così la cantautrice romana presenta alla stampa il suo nuovo lavoro discografico, Il Secondo Cuore, in uscita venerdì 31 marzo per Warner Music. E’ il disco della consapevolezza, quella umana e musicale. Quest’ultima, raggiunta anche grazie all’incontro con il produttore Luca Chiaravalli.

“L’incontro con Chiaravalli è stato uno dei più felici, intanto a livello umano. Ho incontrato una persona vera, reale, con una gioia di vivere incredibile. Io nelle persone di questo tipo mi ci specchio e butto dentro, mi piace assomigliare a loro. La sua dirompente energia mi ha conquistata. Abbiamo parlato a lungo prima di metterci a lavoro, ci siamo confrontati e abbiamo capito di essere sulla stessa lunghezza d’onda”, ha detto.

Le tracce, undici, raccontano “quella vitalità che oggi sento dentro di me” grazie alle collaborazioni nate con Giulia Anania, Niccolò Agliardi, Marta Venturini, Fabio Ilacqua, Fink. Il comun denominatore è il secondo cuore (citato in due canzoni, La vita che ho deciso e Nel mio secondo cuore), inteso come la musica. “La musica, la creatività, l’ispirazione: è il posto ideale dove voglio stare. L’idea del secondo cuore è stata scritta da Enzo Avitabile (presente anche in duetto)”, fresco di David di Donatello, “ci conosciamo da quando ero piccola. Poi ci siamo persi di vista, non l’ho più seguito e non sono andata a cercare i suoi dischi. Recentemente mi è capitato di sentire la colonna sonora Abbi pietà di noi e ho scoperto un vero capolavoro. Non avevo il suo numero così, spontaneamente, gl’ho scritto su Twitter. Lui mi ha risposto e non ci siamo più lasciati”.

Il là al progetto è stato dato invece dall’ultima traccia della tracklist: Ma dimme te, cantata in romanesco con l’attore Marco Giallini. Una Turci inedita: “La canzone è stata scritta in un’ora e mezza con Giulia Anania e prende spunto da donne autentiche come Anna Magnani (suo nickname come speaker radiofonica ma anche del suo profilo privato di Facebook, ndr). Mi rispecchio in quel tipo di donna: forte perché non te le manda a dire e forte pure di aspetto, ma fragile di fronte ad un uomo si arrende e scioglie come un gelato […] Quando Chiaravalli ha sentito questa canzone si è soffermato sulla mia vocalità. Non sapeva che io avessi potuto cantare in quel modo. Da quel momento, mi ha alzato le tonalità di tutte le canzoni. Mi ha guidata come un padre. Inizialmente ero spaventata e mi sforzavo, anche Fatti bella per te doveva essere in una tonalità più bassa, ora non faccio più nessuna fatica”.

Da maggio la cantautrice sarà in tour, mentre l’11 aprile sarà al Teatro Manzoni di Bologna con Paolo Fresu per un concerto a favore della Fondazione Francesca Rava.

paola-turci-il-secondo-cuore-ok.jpg

Paola Turci, Il Secondo Cuore, Tracklist

1) Fatti Bella Per Te
2) La Prima Volta Al Mondo
3) Ci Siamo Fatti Tanti Sogni
4) Un'Emozione Da Poco
5) La Vita Che Ho Deciso
6) Combinazioni
7) Sublime
8) Nel Mio Secondo Cuore feat. Enzo Avitabile
9) Tenerti La Mano È La Mia Rivoluzione
10) La Fine Dell'Estate
11) Ma Dimme Te feat. Marco Giallini

Photo credits | Luisa Carcavale

  • shares
  • +1
  • Mail