Secondary Ticket, la SIAE presenta una denuncia al tribunale per i biglietti di Lady Gaga

La SIAE contro il fenomeno dei Secondary Ticket per il concerto di Lady Gaga a Milano.

joanne-world-tour-lady-gaga.jpg

Nonostante i casi dei mesi scorsi -esplosi grazie a Le Iene con i Coldplay- la SIAE si trova costretta a scendere in campo per il concerto di Lady Gaga a Milano, presentando una denuncia al Tribunale di Milano. Ecco le dichiarazioni del diretto, Gaetano Blandini:

Dopo pochi minuti dall’apertura della vendita dei biglietti sui canali ufficiali, erano già disponibili sul mercato secondario i biglietti a prezzi notevolmente maggiorati per il concerto del 26 settembre prossimo, e abbiamo deciso di agire nuovamente, come già fatto per i casi dei concerti dei Coldplay, degli U2 e di Ed Sheeran. Avevamo rilevato che già prima della partenza della prevendita del 9 febbraio (per il resto del pubblico i biglietti del concerto sono stati messi in vendita lunedì 13 febbraio) si stava verificando una situazione surreale. – Le vendite dei titoli di ingresso sui canali ufficiali non erano ancora partite e già su piattaforme parallele si annunciava la disponibilità di biglietti a prezzo maggiorato. Abbiamo rivolto e rinnoviamo il nostro appello a tutti i fan di Lady Gaga, e più in generale a tutti i consumatori e spettatori di eventi e spettacoli dal vivo, a non acquistare biglietti a prezzi maggiorati, venduti su qualsiasi sito e su qualsiasi piattaforma e a inviarci segnalazioni documentate all’indirizzo di posta elettronica nosecondaryticketing@siae.it per permetterci di dare seguito alla nostra battaglia denunciando i casi rilevati agli organi competenti

E, in effetti, cercando sul web, si trovano ancora biglietti per il concerto di Lady Gaga su siti differenti e prezzi che partono -ciascuno- da circa 140 euro.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 6 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE ENTERTAINMENT DI BLOGO