Il rapper Cranio Randagio trovato morto a Roma

"Forse stroncato da un mix di alcol e stupefacenti".

cranio-randagio.jpg

Morire a soli 22 anni con una vita ricca di gioie davanti. E' successo questa notte al giovanissimo rapper Vittorio Bos Andrei, conosciuto con il nome d'arte Cranio Randagio. Era uno dei più amati rappresentanti della scena hip hop a Roma e, grazie alla vetrina di X Factor 2015, si era fatto conoscere anche nel resto d'Italia e aveva conquistato il giudice Mika. "Capelli rasta, baffo a manubrio e pizzetto, nel giugno scorso Vittorio aveva anche trovato il tempo, fra i mille impegni musicali, di laurearsi", scrive il Corriere della Sera.

Sabato mattina, 12 novembre, "nell’appartamento di un amico in via Anneo Lucano, nel quartiere residenziale della Balduina: il rapper non si è svegliato dopo aver partecipato la sera precedente a una festa con una dozzina di ragazzi. Il figlio del padrone di casa e un altro giovane, che erano rimasti a dormire con lui, lo hanno trovato privo di sensi. Hanno tentato di rianimarlo, ma poi ormai in preda alla disperazione hanno chiamato un’ambulanza. Al medico non è rimasto altro da fare che constatare il decesso di Andrei e avvertire la polizia" (fonte Corriere della Sera). "Solo l'autopsia potrà chiarire le cause della sua morte, ma l'ipotesi più probabile pare sia un mix micidiale di alcol e droghe", scrive TgCom24.

Giò Sada, ultimo vincitore del talent di SkyUno e grande amico del rapper: "Non ho così tante lacrime. Col cuore frantumato. Ti amo amico mio".

  • shares
  • Mail