Area Sanremo 2016 conferenza stampa: tutte le dichiarazioni

Area Sanremo 2016 | La conferenza stampa di presentazione dell'Accademia per talenti che permette l'accesso al Festival della Canzone Italiana

area-sanremo-2016.jpg

Oggi, a Milano, si è svolta la conferenza stampa di presentazione dell'edizione 2016 di Area Sanremo. Presenti all'incontro con i giornalisti, il direttore artistico Stefano Senardi, l'Assessore al Turismo, cultura e manifestazioni del Comune di Sanremo, Daniela Cassini, il Presidente della Commissione di Valutazione, Massimo Cotto e il Presidente della Fondazione Orchestra Sinfonica di Sanremo, Maurizio Caridi.

Cassini (che ha rivolto un pensiero ai cittadini di Nizza colpiti dall'attentato): Sarà un'edizione particolarmente rinnovata. Vogliamo darci un obiettivo piu' ampio creando una vera e propria scuola di formazione che possa offrire ai giovani, che vogliono accedere all'Ariston, un momento didattico - formativo. E' questa una delle tappe di cui ci facciamo vanto.

Area Sanremo è l’unico concorso, affidato dal Comune di Sanremo alla Fondazione Orchestra Sinfonica, che permette ai giovani (di età compresa tra i 16 ed i 36 anni) di accedere direttamente al Festival della Canzone Italiana.

Per iscriversi e partecipare all’edizione 2016 di Area Sanremo è necessario scaricare il bando e la modulistica per l'iscrizione dal sito www.area-sanremo.it e inviare la domanda ed il materiale richiesto entro e non oltre il 30 settembre 2016.

Caridi: Area Sanremo, con grande riconoscimento ed orgoglio, ha dato i natali a grandi artisti come Arisa. Come Fondazaione, abbiamo investito molto nonostante un grande periodo di difficoltà economiche per i tagli da parte degli enti pubblici. Quest'anno, si lavorerà in un arco temporale di due anni. Un progetto innovativo con dei casting sul territorio. E' una sfida ambiziosa. Ci sarà un'Area Sanremo Tour, dal 20 agosto al 20 settembre. Dei punti di incontro, dei master brevi, lezioni come una vera e propria scuola di musica. Un'Accademia che punta al rilancio e consolidamento. Rai1 riprenderà le fasi finali dell'evento. Con Radio Italia si rinnova una partnership fondamentale.

Oltre al concorso, per gli iscritti, è previsto un percorso di studi con alcuni tra i migliori professionisti del mondo dello spettacolo (discografici, arrangiatori, direttori d'orchestra, foniatri) e importanti artisti della scena musicale italiana.

Nei quattro giorni di campus verranno trattati alcune delle tematiche relative alla figura del cantante (inteso sia come autore che come interprete) e di tutto quello che gli ruota intorno: dall’importanza della voce e della presenza scenica a come affrontare al meglio un provino; dal focus dedicato alla scrittura (con l’intervento di importanti autori della nuova e della vecchia generazione) allo spazio dedicato alla comunicazione, a radio e tv, agli aspetti legali della carriera di artista fino al giorno conclusivo di campus, in cui professionisti del settore incontreranno i giovani e li faranno collaborare per la realizzazione di progetti particolari.

Senardi: Stiamo lavorando bene. Quest'anno siamo più attenti alle richieste ed esigenze dei cantanti. Vivranno il contesto tematico di un vero e proprio tirocinio con tanto di verifiche vocali. Lavoreremo sul tipo di postura, emissione del suono. Area Sanremo vuole essere dalla parte degli iscritti (quota d'iscrizione fissata a 350 euro per i solisti e 400 per i gruppi, ndb). Gireremo l'Italia per avere adesioni importanti. I corsi, in cui ascoltremo cantare tutti gli iscritti fornendo anche consigli utili, diventano una parte fondamentale. Si passerà da 40 a 60 ragazzi che potranno esibirsi davanti alla commissione. Inizieremo gli ascolti subito dopo la fine dei corsi partendo da chi arriva più lontano. Abbiamo istituito diverse borse di studio e altri spazi televisivi in Rai per i finalisti presenti il prossimo 3 dicembre con i ragazzi di Sanremo Giovani.

A questi quattro giorni di percorso formativo, seguiranno le fasi di selezione davanti alla Commissione di Valutazione.

Cotto: Quasi tutti sono sprovvisti di casa discografica per dare la possibilità a tutti di diventare una star. Un percorso che ha tccato Arisa, Noemi, Renzo Rubino e Simona Molinari. In un momento di crisi, bisogna moltiplicare le chance per i giovani. Il nostro compito è quello di dare un palco a chi ha qualcosa da dire. Sarà nostro compito quello di far calcare a questi giovani altri palcoscenici oltre L'Ariston.

Partner ufficiali di Area Sanremo sono SIAE, ICompany, Anteros Produzioni Srl, Akamu, Believe Digital e Festival degli Autori.

  • shares
  • +1
  • Mail