Taylor Swift dona 250.000 $ a Kesha e le parole di Demi Lovato suscitano polemiche sul web

Non accenna a diminuire l'eco mediatico suscitato dal caso di Kesha contro Dr Luke. Nonostante la richiesta di interrompere il contratto che la lega alla casa discografica, il giudice ha negato questa opzione, sottolineando la possibilità, da parte della cantante, di non dover collaborare obbligatoriamente con il produttore e 'obbligata' a porre fede alla parola (contrattuale) data. Sul web è diventato, in pochissimo tempo, trend topic l'hashtag #FreeKesha. Lady Gaga, Ariana Grande e Lorde hanno preso le difese della collega. E, sempre in questi giorni, Demi Lovato ha apertamente preso le difese di Kesha, con una serie di Tweet ben precisi:

"Frustrante vedere le donne farsi avanti con il loro passato solo per essere abbattute, non credute e private del rispetto nonostante il loro coraggio ad aver agito. Succede troppo spesso. E' il momento che le donne vengano prese altrettanto seriamente come gli uomini... Qualcuno mi dica perché qualcuno dovrebbe mai sentirsi coraggioso abbastanza da farsi avanti se, poi, hanno più probabilità di essere ignorate o chiamate bugiarde? Sono anche pronta per le femministe auto-proclamate che parlino o prendano posizione per i diritti delle donne. Emancipazione femminile è parlare per altre donne, anche quando si tratta di qualcosa di scomodo di cui discutere. Emancipazione femminile è usare la voce per aiutare le donne senza voce ad essere ascoltate. Emancipazione femminile è agire adesso, non quando è conveniente. Emancipazione femminile è permettere ad altre donne di fare i cambiamenti reali nella nostra società. Emancipazione femminile è twittare alle 2:30 del mattino sapendo le conseguenze di questi tweets e non fregarsene un c@zzo"

demi-lovato-kesha-taylor-swift.png

Proprio in quelle ore, in molti, sul web, chiedevano un appello anche di Taylor Swift, voce importante nel panorama musicale (come non ricordare il polverone nato per la questione della musica in streaming?). E lei, attraverso un portavoce, ha fatto sapere di aver donato 250.000 alla collega, come supporto per gestire al meglio questa delicata situazione, questa battaglia legale decisamente impegnativa.

Poco dopo, via Twitter, Demi ha scritto:

"Porta qualcosa al Campidoglio o parla apertamente di qualcosa e io ne sarà colpita"

Un commento che, in molti, hanno visto come una critica a Taylor Swift che, apertamente, non aveva ancora preso posizione (eccetto dal punto di vista economico).