Ciuffi Rossi a Blogo: "Il nuovo inedito This Xmas è un regalo per le ciuffiners ed i telespettatori di Super!"

"Il nostro nuovo inedito parla del Natale. Grazie a Super!". Intervista ai Ciuffi Rossi.

Pubblicare cover su Youtube o Facebook sembra il trend del momento, sempre più giovani e giovanissimi tentano la strada del web per farsi conoscere ed i numeri sono impressionanti. Fanno parte di questo mondo anche i gemelli aretini Ciuffi Rossi, vent'anni appena ma già un milione e 700 mila fan su Facebook ed una cinquantina di cover postate sulla rete, tutte cliccatissime. Alessio e Marco Bianchi, questi i loro nomi all'anagrafe, sono entrati ben presto nel cuore delle "ciuffiners". Ma anche in quello di Super!, il canale free to air visibile sul canale 47 del Digitale Terrestre e 625 di Sky.

Il canale del gruppo De Agostini Editore, infatti, ha deciso di fare un regalo di Natale a tutti i suoi piccoli ma numerosi telespettatori chiedendo ai due gemelli di ricantare dieci cover musicali, pubblicate sul sito del canale (qui i videoclip dei brani). Ed il 24 dicembre ci sarà pure una sorpresa esclusiva. "La collaborazione con Super! è nata qualche mese fa - raccontano i due a Blogo - ci troviamo benissimo, sembra un sogno. Ci è stata data l'opportunità di 'regalare' ai fan di Super! dieci cover, abbiamo cantato sia brani provenienti dal mondo del pop come Stay with me e I'm not the only one che canzoni a tema natalizio come White Christmas. Non avevamo mai fatto cover di Natale, è stata una novità anche per noi. Sono piaciute, è stato un progetto inedito e speriamo interessante".

C'è un brano di Natale al quale siete più affezionati?

"Forse White Christmas. La consideriamo la canzone natalizia per eccellenza, quella che rappresenta al meglio le atmosfere natalizie".

Il 24 dicembre gli utenti del sito di Super! potranno vedere in anteprima il videoclip del nuovo inedito natalizio This Xmas che poi sarà anche in vendita su iTunes. Un bel regalo...

"Assolutamente. Il testo dell'inedito è stato scritto da noi, la musica da alcuni nostri collaboratori. Il brano, come si evince dal titolo, parla del Natale. Anche il video è molto carino. Siamo stati a Bormio per le registrazioni, siamo dovuti andare a tremila metri perché non c'era molta neve e prendere pure la funivia... non succedeva da un sacco di tempo, non tornavamo in montagna da quasi quindici anni. E' stata una bella emozione".

ciuffi-rossi.jpg

Facciamo un passo indietro. Come nasce il progetto Ciuffi Rossi?

"Nasciamo su Youtube nel 2012. Noi cantiamo da quando siamo piccoli, ma ad un certo punto abbiamo capito che l'unica piattaforma per essere liberi e pubblicare le nostre cover. E' nato tutto per scherzo. Lì abbiamo iniziato a caricare i nostri video e lì ci ha scovati il nostro produttore. Poi è stato un crescendo. E' iniziata la collaborazione con la Warner, quella con Super!... e, soprattutto nell'ultimo anno, c'è stato un incremento pazzesco anche all'estero. I nostri video sono diventati virali".

E' un lavoro?

"All'inizio non lo era, era un divertimento. Adesso sì, è diventato un progetto più serio. Marco aveva pure iniziato l'università, ingegneria a Siena. Ma non è riuscito a dare neppure il primo esame perché gli impegni stavano diventando molti ed era diventato impossibile seguire tutto".

Le vostre cover, anche quelle pubblicate sul sito di Super!, sono sempre e solo in inglese. E pure nei vostri video parlate o mettete i sottotitoli in inglese. Puntate all'estero?

"Lo facciamo perché, soprattutto sulla pagina Facebook, la maggioranza dei nostri fan non sono italiani. Lo facciamo anche per raggiungere più persone possibili. Oggi ci hanno fermato per strada alcune ragazze inglesi, ancora non ci crediamo. Non per questo screditiamo la musica italiana, ma ormai si ascolta più musica straniera. Il nostro pubblico ascolta più gli One Direction che Lorenzo Fragola".

Che effetto fa avere un milione e 700mila fan a vent'anni? C'è il rischio di montarsi la testa?

"In realtà no. E' vero, abbiamo quasi due milioni di fan ed è una bella sensazione. Ma è difficile portare queste persone a vedere un tuo live o comprare un tuo disco. Il nostro obiettivo è portare questi profili Facebook nella realtà".

Qualche anno fa avevate provato X Factor ma non era andata bene. Il web sta diventando sempre più una strada alternativa per emergere e farsi conoscere...

"Il talent ti dà la possibilità di diventare famosissimo in un secondo. E' anche vero che non è facile mantenere quella notorietà acquisita durante il programma. Il web, invece, prevede costanza e grande impegno, non ci sono sfide ma c'è molta più libertà".

  • shares
  • +1
  • Mail