X Factor 2015, Mika: "La nervosità mi serve a non sembrare un giudice vecchio"

Mika ha rivelato a Sky di sentirsi sulle spine: dopo tre anni a X Factor teme si perda l'interesse nei suoi confronti

mika  x factor

Mika si è dato all'autoanalisi. Da giudice veterano, giunto alla sua terza edizione di X Factor Italia, il cantante si è messo in discussione in un'intervista programmatica:

"In un modo mi sento più a mio agio, più a casa, ma allo stesso tempo sollecitato e un po' nervoso. La nervosità è sempre una cosa importante, quando non c'è si rischia di non essere interessanti, vuol dire che la formula è un po' vecchia. Io non sono più severo quest'anno, non è vero, io cerco un concorrente credibile dove c'è una sinergia tra tutto. Quando c'è quest'aspetto naturale questo vuol dire che questo talento può avere la più grande chance di diventare popstar".

Per il resto Mika ha sempre a cuore il futuro dei suoi pupilli:

"Per loro questi venti minuti sono tantissimi, dobbiamo essere costruttivi e onesti allo stesso tempo. Dobbiamo pensare a un futuro dopo X Factor. Quest'anno vorrei fare qualcosa di vintage. Quando le performance sono troppo dimostrative non hanno un grande effetto. Quando c'è una piccola performance intima ci si concentra sul palco".

Parlando degli altri giudici, mentre scorrono alcune immagini tratte dai casting, Mika dimostra di avere ormai un feeling consolidato con Fedez:

"Fedez quest'anno è tranquillo, generoso, chiaro. Lui ha capito bene che lui non deve cambiare per niente per fare questo programma. Elio è veramente tornato in forma, c'è questo diablo dentro di lui pieno di gioia. La sua conoscenza della cultura italiana è la più sviluppata tra noi. Skin è molto divertente, ha questa piccola voce che dice delle cose bruttissime ma con un sorriso dolce. Finalmente non sono io l'unico internazionale, l'unico straniero che deve combattere le sfide della lingua italiana".

E in effetti ormai sembra un madrelingua.

  • shares
  • Mail