Bruce Dickinson, paura nei cieli: atterraggio d'emergenza mentre pilota il Fokker d'epoca

Il cantante ha rischiato di rimanere senza carburante mentre guida il suo triplano Fokker.

Stando a quanto riportato dal Bucks Heraldm la scorsa settimana Bruce Dickinson è stato costretto ad un atterraggio d'emergenza presso la base militare di Halton in Inghilterra: il cantante degli Iron Maiden (e pilota con 7,000 ore di volo) stava conducendo il suo triplano Fokker (replica di un aereo d'epoca), quando si è accorto che la quantità di carburante era più bassa del previsto, e ha preferito non rischiare di arrivare alla sua meta in secca, chiedendo alla base militare di far spazio per accogliere il suo aereo.

Nessun rischio, quindi: anzi, il comandante Gary Coleman di stanza alla base di Halton ha applaudito la scelta di Bruce.

"Ci complimentiamo con Bruce Dickinson per aver deciso di deviare verso Halton, anzichè proseguire verso la sua destinazione con il rischio di finire il carburante. Vedere che un pilota così stimato (e un cantante di fama mondiale) possa prendere questa decisione, è un’ottima cosa per i nostri studenti: dimostra che chiunque può trovarsi a corto di carburante per circostanze impreviste e che la decisione corretta da prendere è cambiare rotta.
Bruce ha un magnifico triplano Fokker ed è stato un piacere ospitarlo per qualche notte, prima di vederlo ripartire."

Bruce guidava un Fokker Dr1 Triplane di sua proprietà personale: lo stesso triplano reso famoso dall'iconico Barone Rosso.

Nel video in apertura, potete vedere le riprese dell'uscita in aereo più famosa di Bruce Dickinson, quando al Sonisphere 2014 guidò una pattuglia di Fokker sopra i cieli del festival, per poi atterrare e salire sul palco a cantare con gli Iron Maiden.

image.jpg

  • shares
  • Mail