Avevo un cuore che ti amava tanto, Mino Reitano, lo speciale: tutte le esibizioni

Avevo un cuore che ti amava tanto, lo speciale su Mino Reitano live a partire dalle 21,20 su Blogo. Leggi anticipazioni e ospiti della serata.

  • 23.58

    La figlia canta "La Mia Canzone" a conclusione dello speciale

  • 23.56

    Mino Reitano ospite in tv di Sandra Mondaini e Raimondo Vianello.

  • 23.50

    La forza di Mino raccontata da Piero Chiambretti. In studio la mamma del conduttore, poetessa, che ha conosciuto, ai tempi, proprio la madre di Reitano. E legge una poesia.

  • 23.45

    Patrizia racconta i suoi momenti difficili per i problemi di salute: "Non gli abbiamo mai detto la verità".

  • 23.43

    Reitano nel 1973 scrisse anche il testo di Terre Lontane per Mina.

  • 23.38

    Massimo Ranieri canta Non prego per me scritta da Battisti Mogol. Proprio con questa canzone, Ranieri è rimasto impressionato da Reitano: "Da 45 anni me la porto in testa".

  • 23.34

    Malgioglio nel 1983. Per Gigliola era "musica di plastica".

  • 23.31

    Malgioglio: "Mino è stato uno dei cantanti nazional popolare più amati".

  • 23.29

    Immagini di Tomorrow, Il triangolo... E in studio arriva Cristiano Malgioglio.

  • 23.22

    E' il 1968, anno della Contestazione nelle piazze. Ospite in studio Mario Capanna. Renzo Arbore in Speciale Per Voi con contestazioni in pubblico sui cantanti. Addirittura Caterina Caselli se ne andò dallo studio rifiutandosi di cantare.

  • 23.13

    Giglio Cinquetti canta Meglio una sera piangere da solo.

  • 23.11

    Video ricordo sull'incontro con Reitano. "Dei calabresi e un siciliano, insieme, hanno trovato un'affinità immediata. Era un ragazzo semplice con una certa purezza legata all'ingenuità, schietto".

  • 23.10

    Il ricordo della moglie con Battiato e Conte.

  • 23.08

    Con chi condivide il ritorno in Italia Mino Reitano? E' il 1967 con Diamoci del tu. Lui è... Franco Battiato. Riconosciuto subito dalla Cinquetti.

  • 23.06

    Esibizione a Porta a Porta con Italia. E Umberto Bossi che replicava con "Padania".

  • 23.05

    Elogio a L'Italia di Mino Reitano che, però, non era stata scritta da lui (una delle poche canzoni, per altro).

  • 23.03

    Paul McCartney intervistato su Sanremo in un video repertorio: "Li incontrerò volentieri dopo". Non si sa, però, se si sono incontrati nel dietro le quinte.

  • 23.01

    Ecco Red Ronnie: I Beatles e Reitano suonavano in posti nei quali entrambi cercavano il successo la fama". Mino Reitano era Benjamin and the Brothers.

  • 23.00

    Giletti fa ascoltare una canzone: "Quando Mino gira questo documento erano coloro che sarebbero diventati i Beatles".

  • 22.55

    Morandi ricorda la semplicità con cui riusciva a raggiungere le note più alte. Fegiz: "La mia generazione ha sparato contro anche a lui". Gigliola: "Le canzoni di Mino le imparavi da subito, erano immediate, le sentivi una volta e già le cantavi".

  • 22.49

    Ed ecco un filmato di Morandi e Reitano che cantano 'Granada'

  • 22.45

    Si passa a Celentano e al suo rapporto con Mino Reitano. Anche per lui si inizia in versione atleta. Andava con la moglie Claudia Mori e i figli a casa di Reitano (e di Patrizia, ai tempi fidanzata).

  • 22.43

    Giletti chiede un commento da tecnico a Gattuso su un filmato con Morandi nella partita del cuore. E sbaglia il calcio di rigore.

  • 22.38

    Rino Gattuso in collegamento per omaggiare Reitano. Giletti: "Mi ha subito detto di sì per la sua partecipazione". Gattuso critica il commento del giornalista (e della dentiera di prima). "Non può offendere sul personale".

  • 22.34

    Massimo: "Tutte le volte che ci sentivamo, in prima fila c'era sempre lei: Ti saluta Patrizia!". Anche Massimo faceva i fotoromanzi come Reitano. "L'ho fatto per soldi, lo ammetto senza problemi".

  • 22.32

    Massimo Ranieri: "Aveva una faccia bellisssima! E nemmeno lei scherzava!". Mino e Patrizia sono stati innamorati per sempre: "Mi manca la sua presenza ma l'amore va oltre la morte".

  • 22.29

    Reitano: "Cominciai a suonare nella Chiesa, quando la gente si sposava". Stessa cosa per Massimo Ranieri. Ancora oggi la madre gli chiede se ha mangiato la carne (non si mangiava a casa, quando lui era piccolo).

  • 22.23

    La mano che si vede nella foto appartiene a Morandi. Giletti: "Dalle dimensioni la riconosco!". La canzone di Una chitarra e cento illusioni è una sorta di metafora anche dei giorni d'oggi.

  • 22.22

    "Questa sua gentilezza e purezza, il suo non essere arrogante... Oggi soffrirebbe molto, Mino". Immagine di Sanremo con Massimo Ranieri vincitore. "E' stato il primo a correre ad abbracciarmi".

  • 22.19

    "L'amore amichevole e amicale è una cosa importante, lui era un vero amico, cantare un suo pezzo mi fa sentire parte di Mino". Mino voleva vedere Massimo ma lui non è andato a Milano per alleviare le pene e quindi convincerlo che si sarebbero rivisti a Milano. Purtroppo non è andata così.

  • 22.16

    Una chitarra cento illusioni cantata da Massimo Ranieri

  • 22.13

    E quando Mara Venier cantava ce lo vogliamo dimenticare? "Anche le sue amarezze erano degli sfoghi fatti con grandissima dignità, lui non ha mai chiesto nulla a nessuno".

  • 22.10

    Patrizia. "Mino tornava al Festival con un brano scritto con Panella e credo che un giornalista che si trova davanti a un artista possa trovare qualcosa di più intelligente da dire".

  • 22.08

    "Come ti trovi con la dentiera, se i Beatles ti volevano.... " Fischi del pubblico.

  • 22.06

    Entra in studio Mara Venier. Come l'hai conosciuto Gianni? E Mino? "Con lui ci siamo conosciuti tanti anni fa in una serata che io presentavo (...) Lui aveva un candore che io non avevo mai trovato in nessuno".

  • 22.04

    L'incontro tra Mino Reitano e Frank Sinatra: "Il giornale doveva fare la copertina con uno di noi tre, a un certo punto mi chiamano "Perché non provi a fare tu la copertina visto che sei a Miami?". Avevo mandato dei dischi, Sinatra era laggiù, da solo. A un certo punto mi dice "Mino, Come On". Io ho preso la rincorsa e l'ho abbracciato dicendo KING, l'unica parola che sapevo in inglese"

  • 22.02

    "Essere in finale a Campionissima significava vendere tanti dischi, avevi risultati che potevi toccare con mano".

  • 21.59

    Le copertine titolano Villa VS Reitano: "Fa le foto in motocicletta ma solo da fermo. Inventa di avere tanti parenti per commuovere la gente". Reitano: "Da quando gli facciamo concorrenza, il Reuccio ha delle grane e si difende solo per farsi pubblicità".

  • 21.57

    Il ricordo di Canzonissima: "Bisognava arrivare al 6 gennaio, quelli che arrivavano erano sempre quelli, Eravamo un po' rivali allora". "Ma io non ti ho mai trovato un rivale" ammise Mino.

  • 21.56

    "Eravamo molto simili, lui dalla Calabria, io più al Nord, arrivavamo da una famiglia umile che lavorava, con il sogno di costruire qualcosa":

  • 21.54

    Morandi, in passato, chiede a Reitano di poter cantare questa canzone, con lui, in un programma tv: "A lui piaceva parlare, raccontare tutto quello che gli succedeva".

  • 21.47

    E proprio questa sua sofferenza l'ha scritta in una delle sue più belle canzoni, Una Ragione Di Più.

  • 21.43

    Scena dal giorno del matrimonio. Mike testimone. A Patrizia, Mino, l'ha chiesto due volte, di sposarlo. Reitano faceva fatica a stare lontano dalle persone che amava.

  • 21.42

    Marino: "Mike ci ha voluto essere in quel giorno triste, ricordo l'amore di Mike e di Adriano Celentano mentre accarezzavano la sua bara. Per me era un uomo puro".

  • 21.39

    Mike Bongiorno incontrò Mino Reitano con la fidanzata ufficiale a pochi giorni dal matrimonio. In tv. Mike: "Auguri e figli maschi". Sono nate due figlie. Gigliola Cinquetti si è sposata, invece, in gran segreto a pochi messi dall'incontro con il futuro marito.

  • 21.37

    "Straordinario" è l'aggettivo che le figlie usano per ricordare il padre. L'amore tra Mino e Patrizia è nato velocemente: "E' stato un incontro voluto dal destino, dal caso. Era agosto, Mino era in giro a cantare a Porto Recanati, io ero con i miei genitori. Arrivato di notte, il giorno successivo ci siamo incontrati. Me lo sono travato davanti nella scalinata dell'hotel, non dimenticherò mai quello sguardo".

  • 21.35

    Mario Luzzato Fegis, Gigliola Cinquetti e Marino Bartoletti gli altri ospiti della serata insieme alla moglie Patrizia "Aveva detto che avrebbe voluto fare uno show con i suoi amici più cari, stasera lui sorriderà".

  • 21.33

    Massimo: "Mino era quello che il pubblico conosceva e ama". Gianni ricorda le battaglie a Campionissima. Vengono successivamente mostrate immagini di repertorio con il cantante ospite nei programmi di Corrado e Raffaella Carrà.

  • 21.31

    "Grandi, grandi, guardateli qua!" commenta Giletti. "Ci voleva Mino per vivere un'emozione così?".

  • 21.29

    E proprio loro salgono sul palco con il brano "Avevo un cuore che ti amava tanto".

  • 21.27

    Appello per Gianni Morandi e Massimo Ranieri. Giletti inizia la serata: "Mino meritava questa serata speciale":

giletti.png

Dopo il grande successo di Per Sempre Mia, andato in onda la settimana scorsa, Rai Uno propone questa sera un altro speciale musicale, questa volta dedicato alla figura di Mino Reitano.

Avevo un cuore che ti amava tanto è condotto da Massimo Giletti e, originariamente, è andato in onda nel 2012. Sarà una serata per ricordare il grande artista e alcune delle sue canzoni più famose e indimenticabili. Numerosi gli ospiti che saliranno sul palco e si esibiranno o racconteranno il loro rapporto con il cantante.

Avevo un cuore che ti amava tanto, Mino Reitano, Anticipazioni e ospiti

Tra le performance vi segnaliamo quelle di Gianni Morandi, Gigi D’Alessio, Massimo Ranieri. Ma durante le tre ore circa di programma saliranno anche la moglie dell’artista, Patrizia, Mara Venier e Gigliola Cinquetti, Franco Battiato e Red Ronnie.

Mino è nato a San Pietro di Fiumara, 7 dicembre 1944 ed è scomparso ad Agrate Brianza il 27 gennaio 2009. Tra i suoi più grandi successi non possiamo non menzionare L'uomo con la valigia, Meglio una sera piangere da solo, Era il tempo delle more e, ovviamente Avevo un cuore che ti amava tanto.

Noi di Soundsblog vi diamo appuntamento a partire dalle 21.20, questa sera, per seguire e commentare insieme a voi il programma e il ricordo -giustamente riproposto- del grande Mino Reitano.

  • shares
  • Mail