Gus G perde le chitarre, Zakk Wylde presta la sua Bullseye

Niente rivalità fra l'ex chitarrista di Ozzy Osbourne ed il suo successore: la fraternità metal trionfa

Solo ieri postavamo sulla pagina Facebook una interessante infografica (insomma, un disegnetto!) che mostrava l'evoluzione di Zakk Wylde da ragazzino a leggendario dio del metal.
Oggi arriva la conferma del suo status leggendario: ieri al festival di Fezen in Ungheria il chitarrista Gus G ha rischiato di non poter salire sul palco per il suo show solista, perchè durante il volo Grecia-Ungheria, infatti, il suo intero set di chitarre è andato smarrito.
Fortunatamente al festival partecipavano anche i Black Label Society, e Zakk Wylde è corso in aiuto di Gus G, prestandogli la sua famosa chitarra Le Paul Bullseye.

Un gesto di grande generosità che va totalmente contro gli amanti del gossip: ricordiamo infatti che Gus G sostituì Zakk Wylde come chitarrista di Ozzy Osbourne, dopo che Ozzy "licenziò" Zakk. Ma Zakk, da signore, non ha mai detto una cattiva parola verso Ozzy e verso Gus, e oggi troviamo quest'ultimo a chiamarlo "padre e fratello", nel messaggio diffuso via internet:

"Chi ti può prestare la sua chitarra personale, quando le tue non arrivano perchè la compagnia aerea ha fatto un casino? Zakk WYlde, ecco chi! PADRE ZAKK, non posso ringraziare abbastanza te e la tua crew per avermi salvato le chiappe, oggi! Grazie per avermi protetto, grande fratello dei Black Label! Ti voglio bene!"

Un video di Gus con la Bullseye du Zakk è già online: potete vederlo in apertura dell'articolo.

zakk_gus_g.jpg

  • shares
  • Mail