La differenza tra plagio e riscontro di somiglianze

Pochi giorni fa abbiamo pubblicato un intervento che è andato sotto la categoria "plagi", un reato che non è corretto attribuire senza che ci sia una sentenza definitiva. Allo stesso modo, un sito musicale come il nostro ha tutto il diritto di trovare nette somiglianze tra canzoni e proporvele con piccole citazioni. Ecco cosa è successo.

Il 21 aprile pubblichiamo un post sul brano "Assassina mia" di Amici, considerato già nel web ma anche da queste parti somigliante al famoso brano dei Maroon 5 "This love". La visibilità che stiamo acquisendo è molta (grazie!) e non è passato molto dall'avere un contributo (corretto dall'inizio alla fine) del creatore del brano Renato Parenti:

Egregi intenditori di musica, sono il compositore di “Assassina mia”, Renato Pareti. In quanto al “presunto plagio” in questione, è quanto meno approssimativo scrivere affermazioni assolutamente incomplete. Infatti, un conto è riferirsi all’introduzione della canzone e un altro conto alla composizione in sé. Quindi, attenti a continuare a parlare di plagio della canzone dei Maroon 5, perché potrebbe scattare una denuncia!


Quando un compositore invia ad un concorso qualsiasi una canzone, non succede quasi mai che venga interpellato per la realizzazione della stessa, nemmeno per quei concorsi tipo lo Zecchino D’Oro. Il compositore invia il suo provino e poi si trova ad ascoltare la sua composizione incisa su cd, senza poter intervenire in niente.

L’arrangiatore che viene chiamato dalla produzione è, eventualmente responsabile di somiglianze o plagi. Da qui, però all’affermare che le due canzoni sono uguali, mi sembra ingiusto, scorretto, approssimativo e gratuito. E’ vero che le intro hanno lo stesso andamento e anch’io ne sono rimasto sorpreso, ma le melodie delle canzoni, secondo voi sono le stesse?

Quindi, vi prego di mettere un po’ di ordine in quello che scrivete. In 35 anni che compongo canzoni, non mi era mai successa una cosa simile e mi disturba alquanto. Grazie!

Renato Pareti

Bene. Non siamo così presuntuosi da fare accuse formali sulla base di un comune gioco del "trova le differenze" che non vuole assolutamente far scoppiare casi legali di nessun tipo. Vero è, e ce lo avevate detto voi lettori, che dire plagio è fare un capo d'accusa forte che va ridimensionato.

Così abbiamo deciso di non giocare con le parole e parlare rigorosamente di somiglianze riscontrate, nulla di più. La categoria "Plagi e somiglianze" parlerà di plagi andati sui giornali e nei tribunali e di "assonanze", le stesse che nel caso suddetto avete anche voi confermato.

  • shares
  • Mail