The Voice 2015, i finalisti tra inediti e progetti dopo la fine del talent show

Tutte le dichiarazioni dei finalisti di The Voice 2015 su Blogo.it. Leggi le parole di Fabio Curto, Roberta Carrese, Thomas Cheval e Carola Campagna alla vigilia dell'ultima puntata

The Voice 2015 è arrivato a poche ore dalla finale. La terza edizione del talent show vede quattro finalisti -uno per categoria- pronti a sfidarsi nell'ultima puntata in onda domani sera, 27 maggio 2015, su Rai Due (e con il nostro consueto liveblogging). Oggi, nel primo pomeriggio, abbiamo seguito la conferenza stampa con i quattro finalisti ospiti in studio, pronti a raccontare il loro percorso e le loro aspirazioni per il futuro.

Si parte da una sorta di bilancio dell'esperienza e dell'inedito che i quattro cantanti hanno presentato nella semifinale del programma.

Fabio Curto ha sottolineato come il suo paese abbia avuto una risposta impressionante.

"Non è gente facile da unire la nostra, però quando si uniscono hanno bisogno che ci sia qualcosa di vero e sincero. Di questo sono molto, molto onorato. Non me l'aspettavo così. Ci sono camincini, striscioni e magliette. Queste non lo dimenticherò mai"

1e

Lui, artista di strada e laureato in scienze politiche, ha evidenziato le differenze tra suonare per la gente, nelle vie della città, e farlo, invece, sul palco di The Voice:

"Quando suono per la gente per strada mi ha fatto toccare i loro stati d'animo e le loro emozioni. Sul palco di The Voice non manca, invece, la comunicazione emotiva". Se dovesse vincere abbandonerebbe quel modo di fare musica? "Vorrei cercare di mantenere entrambe le cose. Adesso ti direi "Magari una volta al mese andrei a suonare per strada..." ma quello che vorrei fare è collaborare con le persone con cui ho scritto questo mio singolo inedito. E portare avanti il discorso di artista di strada anche se non con la stessa regolarità, forse..."

Thomas Cheval ama il suo singolo inediti e spera che le previsioni delle persone che l'hanno ascoltato si possano avverare:

Mi dicono che è allegro, molti miei amici dicono che lo vedono per l'estate, per ballarci su". Thomas ha anche tre o 4 cover rock band in cui suona. La timidezza e l'incredulità di arrivare in finale? "Io sono partito come un ragazzo molto timido e riservato anche sul palco, mi ha aiutato a credere più in me stesso questo percorso. Togliere la timidezza e tenerla anche, in parte".

Roberta ha ammesso di essersi vista cambiata in tanti aspetti.

"Ho fatto tanti esperimenti, anche nel modo in cui ci presentiamo al pubblico. Il mio inedito l'ho scritto circa tre anni fa anche se un po' diverso (per lo zampino di coach Pelù, ndr). Il testo è chiaro e non poteva essere altro che La mia conquista. Non mi aspettavo di arrivare in finale... così oltre. Nemmeno alla semifinale. Qualcuno dei miei avversari su cui avrei scommesso? Nella mia squadra Marco De Vincentiis... della altre squadre avrei scommesso su Chiara Dello Iacopo che ha un genere simile al mio":

Infine, Carola, diventata "adulta" proprio durante il talent show:

"Quando ho fatto il primo live ero maggiorenne!" ha ricordato. Federico e Valentina parlano del suo inedito per la Disney. Qual è il tuo sogno e la tua paura più grande? "The Voice penso sia stato un piccolo grande sogno che sono riuscito a realizzare. Già arrivare in finale è un piccolo e grande sogno. Incubi no... forse l'ansia prima di salire sul palco".

  • shares
  • Mail