One Direction, Zayn Malik ha lasciato il gruppo per stress da tour. Parola di Jamie Scott.

E se il cantante avesse deciso di chiudere con i One Direction semplicemente per i ritmi estenuanti?

Di voci e rumours ne sono usciti tantissimi dopo l'abbandono di Zayn Malik dai One Direction. Lui ha dichiarato di voler essere un normale ragazzo senza fama e popolarità. Qualcuno ha insinuato litigi all'interno del gruppo. Altri ancora hanno assicurato l'intenzione imminente di voler cercare il successo come artista solista. Infine qualcuno ha voluto addossare la colpa anche alla fidanzata, dipinta quasi come una Yoko Ono 2.0. Teorie e illazioni che non hanno trovato conferme a 360 gradi in nessun caso.

Ma adesso, a rivelare la possibile causa reale è qualcuno che con i One Direction ci ha lavorato spesso e li conosce personalmente. Parliamo di Jamie Scott, autore di alcune delle canzoni di maggior successo della band. Proprio lui ha specificato il motivo che si nasconderebbe dietro la decisione di Malik di mettere un punto alla sua esperienza con i 1D.

BRITAIN-ASIA-AWARDS

"Zayn se ne è andato via perché ne aveva avuto abbastanza. Sei mai stato in viaggio per quattro anni? Questi ragazzi non sono mai a casa. Sono sempre in giro, in tour, per il mondo. Poi è arrivato ad un punto in cui ne aveva avuto abbastanza. E' stato qualcosa come ' OK, io non voglio essere più in questa band'. E' stato semplice, un istinto. La gente vuole una motivazione più complicata, cerca chissà quali ragioni segrete ma questo è quello che è successo"

Ha poi specificato che dietro le quinte, i ragazzi erano davvero compagni e amici, Harry non era il leader del gruppo. Ha specificato che i ragazzi vorrebbero andare avanti il ​​più lungo possibile:

"Con i 1D, se la musica continua a reinventarsi loro non si scioglieranno. Abbiamo discusso di questo. Finché la musica e il sound non muore e rimangono i fan, non c'è motivo di dividersi: vogliono andare avanti e continuare il loro viaggio"

Via | HeatWorld

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail