Fabri Fibra live @ Milano - 14 aprile 2008


Energico. Se dovessi definire con un aggettivo Fabri Fibra dal vivo, sicuramente non tralascerei la sua carica on stage. Venerdì 14 aprile sono stato all’Alcatraz di Milano per assistere alla tappa lombarda del suo “Bugiardo Tour 2008”.

Pensavo di trovare orde di quindicenni accanite, invece a sorpresa il pubblico di Fibra è quanto di più eterogeneo si possa pensare. Una grande quantità di ragazzine, è vero, ma anche un pubblico più attento e maturo. Mi viene da sorridere quando scorgo tra la folla anche genitori preoccupati, in attesa che l’ora e mezza di supplizio giunga alla sua doverosa fine.

Il pubblico delle prime file trasuda impazienza. E quando Fibra attacca a rappare, la risposta dell’Alcatraz è subito buona. La gente canta, lui si compiace e non smette di dimenarsi, accompagnato dal fido Vacca e da Big Fish. Tra le prime canzoni in tracklist spunta “Questo è il nuovo singolo”, direttamente da “Bugiardo”, da dove Fibra propone anche “Cattiverie”, “Andiamo a Sanremo” e “La Soluzione”.

Immancabile “Bugiardo”, diventata un classico, non solo per i fan più accaniti, e anche “Tu così bella non ce l’hai!”. Quando parte “In Italia” non sono l’unico a confidare nell’uscita della Nannini, per un duetto in grande stile, invece Fibra si lascia accompagnare solo dall'immancabile Vacca. Dal precedente album “Tradimento” vengono proposte “Su le mani”, “Mal di stomaco” e il tormentone “Applausi per Fibra”. “Io non ti invidio”, direttamente dall’album “Mr Simpatia” piace soprattutto ai fan di vecchia data, ma fa scatenare anche tutto il resto del pubblico, che non disdegna.

E dopo il bis da manuale, la discesa milanese di Fabri Fibra si chiude (senza voce) sulle note di “Un’altra chance”. Sopravvalutato o sottovalutato, Fibra dal vivo una cosa la sa fare: accontentare il suo pubblico. Certo, non so per quanto e come possa reggere un tour con più date, a lungo andare. Soprattutto se dopo poco meno di un’ora la voce cala disperatamente e spesso si avverte un playback camuffato piuttosto male. Un concerto che, nel bene o nel male, si lascia apprezzare e una volta nella vita (forse) va visto.

  • shares
  • Mail