Gianna Nannini, Dio è morto: testo e video ufficiale

Dio è morto è il nuovo singolo di Gianna Nannini: guarda il video e ascolta la canzone su Blogo.it

Update: E' uscito oggi il nuovo video di Gianna Nannini per il singolo "Dio è morto" estratto dall'album Hitalia. Potete vederlo qui sopra in apertura post.

Sarà in radio da domani 17 aprile 2015 il nuovo singolo di Gianna Nannini estratto dall'album Hitalia. La scelta è ricaduta su Dio è morto: chitarre distorte, beat in fiamme con l’apporto di un coro polifonico misto, i Metro Voices, a colorare di epica quello che è il primo capolavoro della "canzone di protesta" all'italiana, firmata Francesco Guccini e lanciata dai Nomadi nel Cantagiro del 1967. Il pezzo fu censurato dalla Rai ma promosso dalla Radio Vaticana in anni post Concilio Vaticano II. Gianna ha commentato così la decisione di reinterpretare quel brano:

«Ho aperto gli occhi, ho visto! Quando penso a ieri e a come mi sono calata in studio dentro “Dio è morto”. Mi è sembrato di rivivere in un solo testo tutto quello per cui mi sono votata al rock, come una fede, non per abitudine e non per sfuggire alla paura».

hitalia

Dio è morto, Testo

Ho visto
la gente della mia età andare via
lungo le strade che non portano mai a niente,
cercare il sogno che conduce alla pazzia
nella ricerca di qualcosa che non trovano
nel mondo che hanno già, dentro alle notti che dal vino son bagnate,
dentro alle stanze da pastiglie trasformate,
lungo alle nuvole di fumo del mondo fatto di città,
essere contro ad ingoiare la nostra stanca civiltà
e un dio che è morto,
ai bordi delle strade dio è morto,
nelle auto prese a rate dio è morto,
nei miti dell' estate dio è morto...

Mi han detto
che questa mia generazione ormai non crede
in ciò che spesso han mascherato con la fede,
nei miti eterni della patria o dell' eroe
perchè è venuto ormai il momento di negare
tutto ciò che è falsità, le fedi fatte di abitudine e paura,
una politica che è solo far carriera,
il perbenismo interessato, la dignità fatta di vuoto,
l' ipocrisia di chi sta sempre con la ragione e mai col torto
e un dio che è morto,
nei campi di sterminio dio è morto,
coi miti della razza dio è morto
con gli odi di partito dio è morto...

Ma penso
che questa mia generazione è preparata
a un mondo nuovo e a una speranza appena nata,
ad un futuro che ha già in mano,
a una rivolta senza armi,
perchè noi tutti ormai sappiamo
che se dio muore è per tre giorni e poi risorge,
in ciò che noi crediamo dio è risorto,
in ciò che noi vogliamo dio è risorto,
nel mondo che faremo dio è risorto...

logo 1

logo2

  • shares
  • Mail