Pierpaolo Capovilla a Blogo: "Non vedo perché andare ad un concerto di Capovilla" (Video)

Pierpaolo Capovilla racconta a Blogo il suo imminente tour per il nuovo disco, Obtorto Collo.

Abbiamo incontrato Pierpaolo Capovilla, frontman del Teatro degli Orrori, che ha pubblicato a maggio scorso un disco da solista, Obtorto Collo. Il 29 ottobre partirà il suo primo tour in solitaria e ce lo siamo fatti raccontare nell'intervista video che trovate in apertura. Si tratta di dieci minuti di chiacchierata in cui ci parla del momento in cui, a diciassette anni, si è sentito "chiamato" alla musica per vocazione. Ma non solo. Partiamo subito dal titolo dell'album, che poi è inevitabilmente anche quello del tuor, Obtorto collo, espressione latina che significa malvolentieri, sotto costrizione. È questo lo spirito con cui ha realizzato il disco?

Schermata 2014-10-28 alle 17.38.06

Il disco non l'ho fatto sotto costrizione, anzi, ci tenevo. Il titolo è coerente con i contenuti narrativi dell'album. Penso che oggi tutti, chi più chi meno, viviamo sotto costrizione: viviamo malvolentieri, dimentichiamo il passato perché ci fa male, non ce ne frega niente del futuro e ci basta il presente. Carmelo Bene avrebbe detto "vivacchiamo". Io mi sento costretto a fare certe cose nella mia vita e magari mi tocca pure di farle ogni giorno per otto, dieci, dodici ore. Il lavoro è una violenza che la società fa all'uomo. Quindi posso sentirmi indotto a ribellarmi...

La costrizione più grande che senti di vivere oggi?

Io ho il privilegio di poter vivere facendo l'artista da un po' di anni a questa parte. Anche se Obtorto Collo è il disco più autobiografico che io abbia mai fatto in vita mia, non parla di me: parla di me e di te insieme agli altri, alla comunità. Dunque racconta il "noi", non il "me stesso" di cui non frega niente a nessuno né tantomeno a me, se posso dire...

La conversazione ha quindi preso le mosse da questi temi per poi inoltrarsi in tanti altri che potete vedere nel video. Vi lasciamo con la domanda che ha avuto, forse, una delle risposte più significative e imprevedibili: perché Pierpaolo Capovilla, se non fosse Pierpaolo Capovilla, andrebbe a un concerto di Pierpaolo Capovilla?

È una domanda insidiosa. Prima di calcare i palconescinici però ho visto tanti concerti, volevo capire cosa c'era dentro le canzoni e gli artisti. Quando vedi Nick Cave per la prima volta avevo diciassette anni ed ero in un locale minuscolo di Firenze. Ero un adolescente e quel concerto mi sconvolse. Dovetti pormi una domanda: innanzitutto Nick Cave, quell'eroinomane, sembrava davvero portare sulle spalle il peso dei mali del mondo intero. Fu qualcosa di davvero emozionante per me e da quel momento mi è nata una vera vocazione musicale. Quel concerto fu davvero prezioso nella storia delle mie esperienze.

Sì, ma questo non risponde alla domanda...

Io oggi vado a vedere pochissimi concerti anche perché spesso coincidono con i miei. Se volessi farlo ci andrei solo e soltante se fossi sicuro o quantomeno sospettassi che quel live sarebbe davvero significativo. Però non credo che andrei a vedere Capovilla. Perché Capovilla? Gli Arcade Fire andrei a vedere, se dovessi scegliere...

Obtorto Collo Tour Club 2014 - Le date

29 Ottobre 2014 - Genova @ Teatro Dell'Archivolto

30 Ottobre 2014 - Torino @ Spazio 211

07 Novembre 2014 - Firenze @ Viper Theatre

08 Novembre 2014 - Perugia @ Afterlife

15 Novembre 2014 - Livorno @ The Cage Theatre

22 Novembre 2014 - Brescia @ Latteria Molloy

28 Novembre 2014 - Pescara @ La Tipografia

29 Novembre 2014 - Cesena (FC) @ Vidia Club

03 Dicembre 2014 - Segrate (MI) @ Circolo Magnolia

04 Dicembre 2014 - Bologna @ T.P.O.

05 Dicembre 2014 - Ciampino (RM) @ Orion Live Club

12 Dicembre 2014 - Nonantola (MO) @ Vox

13 Dicembre 2014 - Senigallia (AN) @ Mamamia

19 Dicembre 2014 - Bergamo @ Druso Club

09 Gennaio 2015 - Copparo (FE) @ Teatro De Micheli

  • shares
  • Mail