Corey Taylor: 'Paragonare Slipknot a Stone Sour è pigrizia mentale'

La voce è la stessa, la musica diversa: il cantante precisa che anche quando canta melodico, gli Slipknot non sono gli Stone Sour.


Il nuovo disco degli Slipknot, .5: The Gray Chapter, è uscito da qualche giorno, e con esso sono arrivateuna serie di recensioni e critiche, sia professionali che amatoriali. Una delle cose che più si leggono riguardo a questo lavoro (ad essere onesti, anche riguardo al precedente All Hope Is Gone) è che in molti tratti "sembra di ascoltare gli Stone Sour": molta melodia, la voce ovviamente è la stessa... appena rallenta il ritmo, sembra che gli otto musicisti si sovrappongano alla musica suonata dai tre dell'altro gruppo di Corey Taylor.

E' una opinione talmente diffusa, che Corey ha deciso di parlare in prima persona della vicenda, durante una recente intervista:

"Penso che principalmente sia a causa della mia voce. Ci sono tante persone che pensano che quando canto in maniera "pesante" negli Stone Sour, io stia cercando di evocare lo spirito degli Slipknot. E viceversa - quando canto in maniera più melodica negli Slipknot, mi dicono che sto cercando di fare gli Stone Sour. Ma per me stan facendo un gran casino e non ascoltano bene la musica.
Ad esempio, la nuova canzone degli Slipknot The Devil in I è stata paragonata da molti agli Stone Sour, perchè c'è molta melodia, finchè poi non arriva il coro potente. Secondo me è un paragone sbagliato.
La musica è degli Slipknot, e quindi è una canzone degli Slipknot. Penso che in molti scelgano la soluzione più semplice per incasellare quel che stanno ascoltando. Per loro è bianco o nero: "Se canta in maniera melodica, sono gli Stone Sour". E un sacco di gente sente questi commenti e li rilancia, perchè è più facile seguire quel che pensa la massa, piuttosto che pensare in maniera differente. Ma questa è pigrizia mentale, mentre noi da sempre incoraggiamo i nostri fan a provarci, ad usare il proprio cervello..."

cor

  • shares
  • Mail