Lilly Wood & The Prick, Prayer In C: testo, traduzione e video

La canzone ha conquistato la vetta della classifica italiana e di quella inglese in un batter d'occhio.

Un nome un po' particolare (prick in inglese può significare anche volgarmente c*glione, ma in questo caso può essere semplicemente puntura), un brano irresistibile, e un duo israelo-francese nato nel 2006 esplode alla numero uno in Italia e tanti altri paesi europei: stiamo parlando di Lilly Wood & The Prick, nome d'arte di da Nili Hadida e Benjamin Cotto, che hanno portato una canzone composta nel 2010 e inserita nel primo album Invincible Friends ai vertici delle classifiche.

lilly wood and the prick robin schulz

Prayer In C è diventata un successo grazie al remix fornito dal produttore e dj tedesco Robin Schulz, che a Giugno 2014 lo ha rilasciato come singolo regalandogli l'esposizione internazionale.

Lilly Wood & The Prick, Prayer In C: testo


Yeah, You never said a word
You didn’t send me no letter
Don’t think I could forgive you

See our word is slowly dying
I’m not wasting no more time
Don’t think I could believe you

Yeah, You never said a word
You didn’t send me no letter
Don’t think I could forgive you

See our word is slowly dying
I’m not wasting no more time
Don’t think I could believe you

Yeah, our hands will get more wrinkled
And our hair it will be grey
Don’t think I could forgive you

And see the children are starving
And their houses were destroyed
Don’t think they could forgive you

Hey, when seas will cover lands
And when men will be no more
Don’t think you can forgive you

Yeah when there’ll just be silence
And when life will be over
Don’t think you will forgive you

Lilly Wood & The Prick, Prayer In C: traduzione


Sì, non hai mai detto una parola
non mi hai spedito nessuna lettera
non credere che possa perdonarti

guarda il nostro mondo che muore lentamente
non sto sprecando più tempo
non pensare che possa crederti

Sì, non hai mai detto una parola
non mi hai spedito nessuna lettera
non credere che possa perdonarti

guarda il nostro mondo che muore lentamente
non sto sprecando più tempo
non pensare che possa crederti

sì, le nostre mani avranno più rughe
e i nostri capelli diventeranno grigi
non pensare che possa perdonarti

e vedi i bambini che muoiono di fame
e le loro case distrutte
non pensare che possano perdonarti

e quando il mare coprirà la terra
e quando non ci saranno più uomini
non pensare di poterti perdonare

e poi ci sarà solo silenzio
e quando la vita sarà finita
non pensare che ti perdonerai.

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: