Weird Al Yankovic: "Ho detto no alla proposta di aprire i concerti di Michael Jackson"

Aspettate a sbarrare gli occhi: c'è una motivo sensato alla base del rifiuto.

E' il periodo di Weird Al Yankovic e del suo nuovo album, riuscito ad arrivare al primo posto della Billboard 200, la classifica degli album più venduti in America. Mandatory Fun è riuscito ad arrivare in vetta per la prima volta, dopo anni e anni di carriera alle spalle. Una sorpresa che ha portato a calamitare, ovviamente, l'attenzione della stampa sul cantante. E nelle scorse ore, Weird Al Yankovic, parlando ad Access Hollywood, ha rivelato che Michael Jackson ha chiesto al lui di andare in tour e di aprire, insieme a lui i suoi concerti in Europa, ma ha dovuto declinare. Insomma: "No Michael grazie tante ma c'ho da fare".

Ecco la spiegazione data alla base del suo rifiuto:

"Questa è una cosa molto strana per me dire avergli detto di no, ma lui mi ha chiesto di farlo durante l'estate mentre stavo girando il mio film 'UHF' e sarebbe quella del 1988,. E' stata una grossa occasione per me avere il mio film da girare ed è stato strano essere nella posizione in cui mi trovavo e dovergli rispondere 'Mi dispiace, Michael Jackson, non posso fare da apertura ai tuoi concerti. '... Se non fossi stato impegnato a fare il film, al momento, sono sicuro che avrei detto di sì e avrei accettato"

Al Yankovic arrives at the Staples Cente

Successivamente, ricorda i pochi incontri avuti con il Re del pop:

"L'ho incontrato un paio di volte. Infatti, l'ho incontrato nel backstage di uno dei suoi concerti e il mio album "Even Worse" era appena diventato disco d'oro"

Via | AbcNews

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail