Amici 13, Deborah Iurato a Soundsblog: "Non bisogna mai smettere di sognare"

La vincitrice del talent show di Maria de Filippi: "E' una cosa così grande, non la realizzi subito"

Come accade a ogni vincitore di Amici, Deborah Iurato, trionfatrice dell'edizione numero 13 del talent show di Maria de Filippi, ancora non ci crede. L'abbiamo incontrata oggi, nella sede della sua casa discografica, a pochi giorni di distanza dalle famose 'carte' che hanno cambiato la sua vita professionale:

"E' una cosa così grande, non la realizzi subito. Dopo tanti anni che provi ad Amici, riesci ad entrare nella scuola, vai al serale, fai un disco, e vinci...credetemi, non è facile realizzare la vittoria, ancora non ci credo. Fino alla fine ho pensato che vincevano i Dear Jack. Il momento delle 'carte' con la canzone dei Queen è un momento strano: quando lo vedi a casa, è già un momento emozionante. E poi ho visto la mia faccia sullo schermo. Ho pensato alla mia famiglia, sono belle emozioni, che non scorderai per il resto della tua vita"

Deborah ha provato per quattro volte ad entrare nella scuola più famosa d'Italia e alla fine la costanza l'ha premiata:

"Seguo il programma da sempre, e mi è sempre piaciuta l'idea della 'scuola', a differenza degli altri talent. Maria mi è stata parecchio vicino nel mio percorso: ho avuto molti momenti di calo psicologico, non è facile affrontare il serale. Hai tanti pensieri in testa e non hai contatti con l'esterno. Maria mi ha dato consigli su come crescere, mi aiutava a trovare le chiavi dei pezzi. Ha detto che è stato un onore conoscermi, sia per come canto che come persona, e quando una grande della televisione ti dice una cosa così ti senti onorata. Io non mi sono creata un personaggio, quella che si è vista sono io. Ma da casa penso si sia visto un cambiamento professionale, ho acquisito maggiore sicurezza: la scuola ti forma"

A guidarla alla vittoria il coach della sua squadra, il vincitore di Amici 12 Moreno:

"Quando si sono formate le squadre ancora non sapevamo chi sarebbe stato il coach, però io speravo fosse Moreno. Speravo anche fosse Fiorella, perchè era venuta nel programma, mi dicevo 'O Fiorella o Moreno'. Quando ci hanno detto che sarebbe stato Moreno eravamo iperfelici, perchè lui è giovane come noi, è uscito anche lui da Amici, e ha vinto. Ho conosciuto una persona così umile, perchè ha la storia simile alla mia. Si è creato un bellissimo rapporto. Quando siamo rimasti in due Moreno è entrato in casetta e il rapporto si è stretto ancora di più, perchè capitano i momenti in cui sei giù di morale, hai tanti pensieri e lui è stato molto vicino a me e a Vincenzo. Lui mi ha voluto fin dall'inizio in squadra"

Uno dei brani dell'ep d'esordio omonimo è stato scritto da Fiorella Mannoia, una delle principali influenze della cantante insieme a Giorgia, Whitney Houston e Anastacia:

"Quando mi è arrivato il disco la prima volta, la prima cosa che ho fatto è stata leggere chi fosse l'autore del brano, perchè volevo scoprirlo. Quando ho scoperto che era Fiorella sono scoppiata in lacrime. Mentre lo ascoltavo, mi sono accorta che il pezzo parla di me. Fiorella mi ha sempre sostenuto, mi ha anche twittato, ci siamo sentite. Sono orgogliosa e onorata di avere una sua canzone nel disco"

Ma come si rapporta Deborah con le critiche che le sono state mosse a più riprese durante il suo percorso nella scuola?

"Ho versato un sacco di lacrime in quella scuola, mi hanno mosso parecchie critiche. Ti dicono cose che fanno anche male, come i commenti sul fisico, sapevo di non essere in forma. Però ho sempre apprezzato le persone che ti dicono le cose come stanno. Le critiche ti servono e ti aiutano. Sia io che i Dear Jack abbiamo sempre affrontato gli ostacoli, e siamo arrivati in finale. Le mie insicurezze c'erano già da prima, sono sempre esistite. A me piace tanto mangiare, ma non ho mai trovato la forza per affrontare una dieta. Prima di fare Amici nella mia vita ho perso 22 chili, e mi sentivo serena con me stessa. Ma ad Amici ho dovuto perdere altri chili, per me affrontare una nuova dieta non è stato facile. Però non lo so cosa mi è scattato dentro che mi ha dato questa forza per fare la dieta. Ho avuto tante persone che mi hanno seguito, ringrazio tutti quelli che mi sono stati vicini"

Come dicevamo all'inizio, il futuro è ancora molto confuso:

"Non so cosa c'è nel futuro. Mi voglio godere ogni secondo, sono fortissime emozioni e non voglio sprecare niente di quello che mi sta accadendo"

Con un consiglio per chi volesse provare a fare il suo stesso percorso:

"Molti mi dicevano che non potevo fare questo. Fare i provini di Amici tutti lo vedevano come una perdita di soldi, mi dicevano 'ma che ci vai a fare?'. Ma tanto c'è il limite dei 26 anni, possibile che fino a 26 anni non mi prendono? Io penso che non bisogna mai smettere di sognare, perchè è il sogno che ti porta una forte determinazione interiore. Il mio sogno era entrare ad Amici e non ho mai mollato. Quest'anno non volevo nemmeno fare i provini, ma mi ha spinta mio padre, che ha perso il posto di lavoro. Siamo andati a Roma insieme, ed evidentemente mi ha portato fortuna!"

3bis

  • shares
  • Mail