ESC 2014, Emma Marrone: "Spero di vincere, non sono in Danimarca solo per partecipare"

La cantante ha spiegato perché ha deciso di eseguire in italiano La mia città anche se "in inglese il testo sarebbe compreso di più"

Va in scena oggi la prima semifinale dell'Eurovision Song Contest 2014 a Copenaghen, città che nel 1964 fu espugnata da Gigliola Cinguetti con Non ho l'età. Stavolta ci riprova per i colori italiani Emma Marrone con il brano La mia città. La cantante salentina è stata intervistata da Tv Sorrisi e Canzoni poche ore prima che partisse alla volta della Danimarca, dove si è recata insieme anche al padre e al fratello.

Emma ha confessato che "l'idea di essere vista e ascoltata in così tanti Paesi mi fa venire un brivido lungo la schiena" e ha assicurato che l'obiettivo è, senza se e senza ma, vincere, nonostante i pronostici non siano dalla sua parte:

Spero di vincere. Sarei ipocrita a dirti che andiamo per partecipare. Voglio nutrire il mio mantra! La mia non è presunzione, è voglia di essere positivi.

Emma ha spiegato che La mia città è stata scelta perché "ha un profumo internazionale" e sebbene "non lascia molto spazio alla voce", "ne lascia al carattere e alla mia voglia di ruggire". L'ex vincitrice di Amici di Maria De Filippi e del Festival di Sanremo interpreterà il brano in italiano anche se "forse in inglese il testo sarebbe compreso di più", ma "levare questa soddisfazione all'Italia non è nel mio stile" anche perché "voglio rappresentarla nella sua totalità".

A proposito di gara e di rivali, Emma ha rivelato che "sto evitando di guardarli perché vorrei conservare anche per me l'effetto sorpresa. Voglio arrivare pulita, mi sono concentrando su me stessa". Al rientro dalla Danimarca, in effetti, la aspettano sei date del suo tour estivo e 5-6 mesi lontana da casa. In bocca al lupo.

emma marrone limited edition

  • shares
  • Mail