Greta a Soundsblog: "Ad Ogni Costo rappresenta l'anno più bello della mia vita. Sogno di duettare con Vasco Rossi"

Il viaggio di Greta Manuzi dopo Amici alla vigilia dell'uscita di Ad ogni costo

greta 2014

Esce domani, martedì 28 gennaio 2014, Ad ogni costo, il nuovo album di Greta, ex finalista della scorsa edizione di Amici. Abbiamo incontrato la giovane interprete per raccogliere le emozioni alla vigilia dell'uscita dell'ultimo lavoro discografico.

Come sei cresciuta professionalmente a nove mesi dalla finale di Amici?

Finito Amici c'è stato subito un impatto forte con la gente attraverso il Solo Rumore Tour. Ho girato tutta l'Italia e fatto il carico di emozioni. Poi, c'è stato il fermo totale, mi sono chiusa in studio. Ha avuto la fortuna di lavorare con Luca Chiaravalli, Andrea Bonomo, Gianluigi Fazio e con Roberto Casini, storico batterista ed autore di Vasco. Ho inserito anche un pezzo scritto da mio fratello e suonato dalla mia band che mi accompagneranno lungo tutto il percorso di questo disco. E' stata un'esperienza fantastica. Oltre ad essere degli autori e produttori formidabili, sono degli insegnanti straordinari. Per me, è ancora tutto scuola e sto imparando davvero moltissimo da loro.

Come mai la scelta del titolo, Ad ogni costo?

Rappresenta il 2013 che, in tutti i miei 23 anni, è stato l'anno più bello della mia vita.

E' stato anche uno dei tuoi cavalli di battaglia all'interno di Amici...:

Ad ogni costo io volevo entrare in quella scuola, Ad ogni costo volevo fare quello che ho fatto, in primis, un disco. E' una frase che racchiude un periodo breve ma molto intenso da quando sono uscita da Amici.

Qual è il pezzo che ti descrive meglio?

Ho fatto una bella full immersion con gli autori e produttori prima di mettere in piedi il cd. Ho raccontato molto di me per farmi conoscere a pieno. Questo album rappresenta il mio passato, presente e futuro. Tutte le canzoni scelte rappresentano me. Sono tutte una diversa dall'altra. Il tema dell'amore è un collante fondamentale ma sotto sfaccettature diverse.

C'è qualcosa di autobiografico nei brani? In fondo, racconti l'amore sotto differenti declinazioni, a volte, anche in maniera struggente...

La maggior parte dei brani sono stati scritti da zero partendo dalle mie esperienze di vita.

Quanto la tua casa discografica ti ha sostenuta in questo progetto?

Carosello Records è una vera e propria famiglia. Mi curano in tutto e per tutto. Facciamo tanti passi assieme. Per me, questo è tutto un mondo nuovo. C'è tanta fiducia reciproca. Sono dei ragazzi simpaticissimi che amano profondamente il loro lavoro. Pian piano sono diventati amici miei.

Questo secondo disco sembra essere la tua prova del nove. Ansia da prestazione?

Ho un 70% di ansia ed appena il 30% di tranquillità. Sono molto contenta dell'album. Questo è l'aspetto fondamentale. Mi rendo conto che non posso andare a genio a tutti. Spero di ottenere dei buoni risultati. Ci ho lavorato tanto e spero di essere capita.

Guarderai la Fimi?

Sì, per forza. Ci penserò tra due settimane.

Sei molto attiva sui vari social network. A distanza di un anno, sei spessissimo trend setter su Twitter. Come vivi questo affetto immutato nel tempo da parte dei tuoi tantissimi fan?

Non me l'aspettavo affatto anche perché i miei sostenitori sono cresciuti tanto nell'ultimo periodo. Vanno di pari passo alla mia carriera. Ho dei fan dolcissimi e mi riempiono di attenzioni. Negli store, per esempio, mi portano i cioccolatini, il braccialetto. Continuano a seguirmi. Oggi partono gli incontri con loro a Varese, e poi, a Milano. Non vedo l'ora.

Quest'anno ti sei presentata, senza buon esito, a Sanremo. Cosa non ha funzionato?

Quest'anno niente talent. Pazienza, ma ho comunque il mio disco in mano. Forse questo non era il momento... per ora, mi concentro su altro.

Hai sentito più Emma Marrone magari per qualche consiglio su questo disco?

Sento spesso Emma, ci vogliamo molto bene ma non l'ho consultata per il disco. Sto imparando tantissimo da tante altre persone e cerco di camminare con i miei piedini.

Promuoverai il tuo ultimo singolo, Due come tutti, allo speciale del sabato di Amici?

Non si sa. Non dico niente. Lascio aperto questo punto di domanda.

Hai già in mente un obiettivo professionale da raggiungere nel lungo termine?

Ho deciso di non cambiare, restare sempre fedele a me stessa, i miei valori, cercando di rimanere sempre con i piedi per terra. Mi auguro di fare tanti altri dischi. Vivo questo momento di musica. Sogno di duettare con Vasco Rossi. Non so se lasciarlo come idolo oppure conoscerlo di persona.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 12 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail