The Voice UK Live il tour è un flop di vendite e viene cancellato

The Voice uk

Un segno della crisi del reality?

In Uk è andata in onda la prima stagione di "The Voice", terminata lo scorso 2 giugno 2012 (era iniziato il 24 marzo) e composta, come giudici, da will.i.am, Jessie J, Tom Jones e Danny O'Donoghue. A livello di ascolti, gli spettatori sono diminuti, partendo da dieci milioni ad aprile fino ad arrivare ai quattro milioni e mezzo della finale. La vincitrice è risultata essere Leanne Mitchell ma il suo singolo rilasciato dopo lo show, una cover di "Run to You" di Whitney Houston, è rimasta fuori dalla top 40, esordendo ad un pessimo 45esimo posto in classifica.

Come se non bastassero queste notizie negative, a far pensare ad una scarsa accoglienza reale del programma (dopo una sola edizione) è stata la cancellazione del The Voice Uk Live. Erano stato programmati numerosi concerti, con protagonisti gli otto concorrenti maggiormente amati dal pubblico, i più forti. Ma tutto quanto è stato annullato, con il rimborso del biglietto per chi già li aveva acquistati. Motivo? Pochi i ticket venduti.

Il tour promoter aveva espresso le proprie perplessità al Daily Mirror chiedendosi quante persone avrebbero voluto davvero spendere 40£ per poter assistere a questi live.

Ed effettivamente, quanti pagherebbero, al termine di un reality show, una cifra per poter assistere alle performance di alcuni concorrenti, che ancora non possono essere definiti cantanti, senza nemmeno la possibilità di ascoltarli gratis? Il senso, forse, è sempre questo. Magari guardando il talent show da casa è fattibile, spendere per sentirli esibirsi dal vivo, è decisamente un'altra. E questo, probabilmente, è il lato debole del discorso talent show...

  • shares
  • Mail