Paul McCartney morto? Gli auguri di Soundsblog per i suoi settantanni

Scherziamo, nel titolo, riferendoci a quella che è forse la leggenda più famosa della Storia della Musica. Quella che vuole l'ex-Beatle deceduto nel 1966 in un incidente stradale e poi sostituito da un sosia. Ci ironizzarono per primi i Fab-Four (un esempio per tutti: la celebre copertina di "Abbey Road"), poi lui stesso. Il 18 giugno di quarantasei anni dopo, Paul McCartney festeggia in formissima il suo settantesimo compleanno.

Un disco recente, un tour strepitoso, voglia e talento che non sembrano abbandonarlo. Noi celebriamo il giorno della sua nascita con tre momenti diversi. Il primo è quello che trovate a inizio post. La canzone si intitola "My brave face" (il mio lato coraggioso) ed è forse una delle più riuscite del suo percorso solista. Il secondo è una buffa esecuzione di "Yesterday", immortale canzone che Macca scrisse sedendosi al piano nell'attesa di fare colazione (e che - per questo - in origine recitava: "scrambled eggs/oh my baby oh I love your legs"...). La terza - dopo il salto - è il discorso che il Presidente degli USA Barack Obama ha pronunciato presso la Biblioteca del Congresso di Washington prima di premiare McCartney con il Gershwin Prize: assegnato per la prima volta ad un artista non statunitense.

  • shares
  • Mail