I 10 momenti più imbarazzanti del pop - 3

lily allenIl pop si nutre anche di sventure. La musica a volte passa in secondo piano e di alcuni artisti, più delle canzoni, si ricordano i momenti pirotecnici della loro vita privata, dei loro concerti o delle apparizioni in sede pubblica. Riporterò in 5 brevi post alcuni dei momenti più imbarazzanti del pop internazionale dal 2000 fino ad oggi. Giusto per rimarcare tutto ciò che molti dello show business vorrebbero poter dimenticare (e farci dimenticare) per sempre. I momenti che verranno citati sono in ordine di classifica. Oggi vi presentiamo la sesta e la quinta posizione. Per chi non avesse letto ancora le posizioni precedenti, ecco il link che fa per voi.

Sesta posizione: non c'è nulla di peggio che dimenticarsi il proprio inno nazionale, specie quando si è in uno stadio dell'Ohio pieno zeppo di persone per il "Pro Football Hall of Fame". In questi casi non ci si può proprio sottrarre e chiudere la bocca marcando la dimenticanza, così Macy Gray si è esibita in una forma sperimentale e fin troppo biascicata del celebre inno, tra i fischi e dissensi del pubblico presente. Succederebbe un putiferio in Italia per qualcosa di simile, figurarsi in America dove il senso di appartenenza è cento volte maggiore. Povera Macy!

Quinta posizione: Lily Allen quella notte era totalmente impazzita. Nella fase promozionale del suo ultimo album, è stata ospite di un celebre dj indie durante una sua affollata serata. L'idea era quella che Lily mettesse mano sui piatti per remixare un suo brano. Il problema non è stato solo il fatto di aver partorito un mix disastroso, ma di aver protratto il dj set con brani r'n'b, di fronte ad un pubblico che alla sola parola aveva già i conati di vomito. Risultato? Pista svuotata in meno di un attimo e magrissima figura per la poverina, che probabilmente senza volerlo ha peccato un po' troppo di ingenuità.

  • shares
  • +1
  • Mail