Reunion degli 883? Max Pezzali: non ora

Da quel disco buttato fuori di getto è cambiato tanto: raccontavo me e i miei amici in quegli anni, il luogo vuoto di provincia che sognava la Milano che era appena stata travolta da Tangentopoli e che vedevamo da lontano come il New Jersey fa con New York. Eravamo entusiasti della nostra realtà nonostante tutto, l’Europa unita come la cantava Jovanotti era una cosa che ci pareva bellissima. Oggi c’è una grande sfiducia su tutto, dalla politica alle persone.

Così Max Pezzali racconta cosa significò ai tempi "Hanno ucciso l'uomo ragno", trovando ancora nuove motivazioni per pubblicare un tributo come quello previsto per il ventennale. Torniamo a parlarne a causa di una dichiarazione proprio di Pezzali durante un'altra recente intervista. Alla domanda se l'idea di una reunion degli 883 è stata presa in considerazione, Max risponde così:

Ritengo sia possibile che gli 883 tornino, ma non in questo momento. Con Mauro c'è un feeling pazzesco e stiamo anche progettando un viaggio questa estate con le nostre compagne e figli.

Insomma: grande affetto, nessuna promessa, ma qualcosa si muove in quella direzione. Se mai gli 883 tornassero insieme, viene da chiedersi come lavorerebbero su delle - eventuali - nuove canzoni. Andrebbero nella direzione degli ultimi successi di Pezzali o verso il delirante album solista di Repetto? Staremo a vedere: qualcosa ci dice che non avremo una risposta in tempi brevi.

  • shares
  • Mail