Michele Zarrillo: "Se il prossimo esame cardiologico darà buoni risultati tornerò a cantare!"

Zarrillo spiega che "i miei stati psicofisic cambiano continuamente" anche a causa degli effetti collaterali dei farmaci. Tuttavia c'è ottimismo sul suo recupero.

Michele Zarrillo su Facebook ha aggiornato amici e fans sul suo stato di salute, dopo l'infarto che lo ha colpito a giugno scorso. Il cantautore ha spiegato che al momento non è possibile fornire una fotografia precisa e definitiva delle sue condizioni, instabili anche a causa degli effetti collaterali dei farmaci che sta assumendo:

Carissimi amici, sono trascorsi più di due mesi e mezzo dal mio ultimo post e potete immaginare quanto mi sia pesato non aggiornarvi sulle mie condizioni di salute, perché, anche se ho ripreso a condurre una vita, più o meno, "normale", i miei stati psicofisici, a causa anche dei farmaci che purtroppo danno non pochi effetti collaterali, cambiano continuamente ed è stato e sarà, mi auguro ancora per poco, difficile dare delle notizie precise e "definitive"....

Il cantautore ha comunque fatto trapelare un moderato ottimismo riguardo alla possibilità di tornare a cantare:

Comunque i medici mi rassicurano, dicendomi che se il prossimo esame cardiologico, (elettrocardiogramma sotto sforzo), che farò tra qualche giorno, darà buoni risultati, potrò riprendere, gradualmente, l'attività canora e concertistica sin dal giorno dopo l'esame stesso...quindi speriamo bene!!! Sarà mia premura darvi notizie immediate a riguardo...

Zarrillo, che ha correlato il post con l'audio di Per tornare a te, ha aggiunto:

La vostra immensa e amorevole dimostrazione d'affetto attenua la mia inevitabile nostalgia e latente "paura".
Purtroppo trovarmi ad essere, forzatamente ed improvvisamente, costretto a non poter fare quello che da circa 40 anni, senza limiti, ho sempre fatto, non è facile da sopportare…
Mi rendo conto che la vita é stata molto "generosa" nei miei confronti e questo, oltretutto, mi dà forza ed equilibrio per affrontare il presente e l'eventuale futuro, assolutamente senza autocommiserazione...
...Anche perché non dimentico che ci sono persone che vivono realtà di disagio fisico e sociale davvero preoccupanti, per le quali dovremmo fare tutti qualcosa di più.

Parole sagge di un uomo con i piedi per terra. I suoi ammiratori non aspettano altro che riascoltare la sua voce. In bocca al lupo.

Foto via Facebook

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: