Neffa contro Emma: lui la critica per Dimentico Tutto, lei gli risponde su Twitter: "Con L'amore che ho, invece, ho vinto il Pulitzer..."

La polemica è scoppiata su Twitter.

"Devi stare molto calmo..." ha recentemente cantato Neffa in uno dei suoi ultimi singoli di successo. Il cantautore bolognese di origini campane, protagonista di questa estate musicale con il singolo Quando sorridi, attualmente in classifica Fimi con l'album Molto calmo, ha dimostrato, invece, che quando un testo musicale non gli va particolarmente a genio, diventa tutt'altro che calmo.

Neffa, all'anagrafe Giovanni Pellino, infatti, ha voluto criticare il testo di Dimentico tutto, canzone scritta da Nesli per Emma, secondo singolo estratto dall'ultimo album della cantante pugliese, Schiena.

Il tutto è partito con il seguente messaggio condiviso su Twitter:

Avete sentito la canzone d emma?mi dispiace,questa cosa dela parola e della memoria è la più grande stronzata che abbia sentito in vita mia.


Il riferimento è ad una frase contenuta nel ritornello della canzone:


La storia non è la memoria, ma la parola...

Per spiegare meglio le sue motivazioni, Neffa si è lanciato in un esempio decisamente impegnativo ma esplicativo abbastanza:


Uno che nega l'olocausto è la PAROLA, l'ingresso di Auschwitz è la MEMORIA. La storia è la memoria.ok a tutto,ma a tutto c'è pure un limite.


 

Sarebbe stato interessante leggere la reazione di Nesli, l'autore del testo e l'unico ad avere diritto di replica, e vedere un interessante scambio di vedute tra due buoni autori di testi.

Emma, invece, che evidentemente non vedeva l'ora di buttarsi in una nuova polemica spicciola, ha provocato Neffa con questo tweet:


Mentre con "l'amore che ho" che mi ha scritto @neffa_official ho vinto il Premio Pulitzer...


Successivamente, Neffa ha elegantemente risposto a Emma, non scendendo al suo livello e non trasformando il tutto in una baruffa inutile:

Ciao @MarroneEmma, solo un parere personale, ma secondo me 'l'amore che ho' è una canzone d'amore semplice,bella e l'hai cantata bene.


 

Criticare un lavoro artistico è legittimo. Non vedere tutto per forza come un attacco personale sarebbe una gentilezza.

Foto | © Getty Images

  • shares
  • Mail
14 commenti Aggiorna
Ordina: