Duran Duran Appreciation Day 2013, The Reflex live ad Hyde Park per ringraziare i fans (video)

35 anni di successi per i Duran Duran, che festeggiano con i fans la loro 'giornata mondiale'.


Oggi, sabato 10 agosto, si celebra in tutto il mondo il Duran Duran Appreciation Day 2013, un modo per i fans del celebre gruppo inglese di festeggiare i propri beniamini e un'occasione per ricordare a quei giovanotti di Simon Le Bon, John Taylor, Nick Rhodes e Roger Taylor (ormai over 'anta')  che c'è un popolo che li ama ancora (e li amerà sempre, ecco...).

Dal canto loro, i Duran Duran hanno pensato di ringraziare i fans pubblicando su YouTube il video di The Reflex realizzato lo scorso anno ad Hyde Park durante il concerto per l'inaugurazione delle Olimpiadi di Londra e lasciando sul loro sito un messaggio stilato da Roger, che firma il post apparso questa mattina corredandolo con un bacio. Beh, vale la pena dargli un'occhiata.

"Siamo ancora qui... una giornata dedicata ai Duran Duran nel 2013! E' incredibile che una band nata nel 1978 abbia ancora una giornata dedicata. Penso che sia il momento di riflettere su cosa abbiamo fatto, su dove siamo ora e sul dove stiamo andando. Il dibattito è aperto, anche perché sono possibili varie risposte a seconda dei punti di vista, a seconda che si guardi con gli occhi di un fan, di un critico o un un membro della band.

 

Ma c'è una cosa che la band ha sempre fatto (come dichiara trionfalmente anche il titolo del nostro ultimo album [All you need is now, ndr]), ovvero vivere il presente, senza guardare troppo lontano, senza pensare troppo a dove stiamo andando, ma concentrandoci piuttosto su dove ci troviamo, momento per momento".


Filosofico, Roger, non c'è che dire. E prosegue:

"E allora, adesso a che punto siamo? Siamo nel bel mezzo del nostro 14° album e stiamo lavorando giorno dopo giorno su quel che sentiamo essere un gran disco, molto diverso dal precedente e probabilmente del tutto differente da quello che verrà dopo, ma di certo capace di catturare quel che siamo ora, a 35 anni dalla nascita dei Duran Duran".

Roger ci rassicura, quindi: di un nuovo disco si parla da settembre ma, stando a quanto dichiarato da Nick Rhodes in un'intervista a GQ, il gruppo è entrato in sala di incisione solo ai primi di aprile. Siamo a metà dell'opera e per il momento non ci sono previsioni sull'uscita. Beh, un bel disco nuovo sotto l'albero di Natale non sarebbe male... Ma veniamo alla chiosa del messaggio:

"Naturalmente, quel che dobbiamo sempre ricordare è che la band non sarebbe qui, in qualsivoglia forma, senza la nostra fedele legione di 'Duranies' che continua a vivere sul Pianeta Terra.

Quindi... grazie per un altro DD Appreciation Day!

 

Roger x".


Ovvio che in inglese Roger riesca a rendere il gioco di parole con 'Planet Earth' ("And of course, what we must always remember is that the band would not be here, in any shape or form, without our loyal legion of ‘Duranies’ that still continue to inhabit Planet Earth"). Una citazione non casuale, visto che Planet Earth fu il primo singolo tratto dal primo album, "Duran Duran", che segnò il debutto discografico della formazione originale, che poteva contare anche su Andy Taylor.

A 35 anni dalla nascita, a 32 dal primo LP e a pochi mesi dal loro ultimo tour, i Duran Duran si godono il loro Appreciation Day 2013, organizzando peraltro una festa in Second Life (sono ormai rimasti in pochi a usarlo, siamo sinceri). Noi preferiamo festeggiare con il video di The Reflex live ad Hyde Park e magari recuperando i doc trasmessi il 1° agosto da Fox Retro.

Tanti auguri ai Duran Duran e a tutti i loro fans.

PS. Se volete festeggiare anche voi, l'hashtag ufficiale è #ddad2013...

  • shares
  • Mail