X Factor 5: Elio: "Jessica - della squadra di Simona Ventura - potrebbe farcela"

elio intervista x factor 5

Elio è stato intervistato da Il Giornale proprio il giorno dopo la reazione impulsiva di Morgan nell'ultima puntata andata in onda di X Factor (qui potete leggere cosa è successo). Ha anche dichiarato che gli anni scorsi, in Rai, era tutto finto. E proprio da lì i parte:

"Con me Morgan è delizioso, mi fa anche molto ridere. Più difficile fare il coach dei gruppi. L'altra sera è andato fuori giri, ma non è nel mio carattere intervenire sul comportamento delle persone. Il ruolo di controllore di Morgan se l'è assunto Simona, non sia mai che le tolgo lavoro"

Tra quest'anno e le scorse edizioni, non mancano importanti differenze:

"Intanto, la lunghezza inferiore delle serate: due ore sono sufficienti a raccontare tutto. Poi la giuria ben assortita. C'è meno aria fritta rispetto agli altri anni. Un altro elemento che ha funzionato è stato il passaggio dalla Rai a Sky. Non era scontato che sarebbe andato bene. Questo ha creato un effetto attesa-curiosità. E il livello dei talenti è più alto dell'anno scorso. L'ho capito solo quando siamo arrivati agli ultimi dodici e li ho sentiti cantare tutti insieme"

Elio si sbilancia, parlando dei concorrenti in gara. Come Jessica, della squadra di Simona Ventura. O anche Antonella, Nicole e Francesca...

"Sono stufo di cantanti fotocopia e Jessica, che non è la più intonata, quanto a personalità è un chilometro più avanti. Potrebbe farcela. Antonella è una popstar fatta e finita ma questo potrebbe essere il suo limite. Anche se meno, Antonella è un'altra che ha personalità. E grande intonazione. Anche Nicole e Francesca sono fortissime: Simona ha una squadra notevole. Nicole è più omologata, ma canta benissimo. Francesca è più personale, ha fatto una versione di Tainted love che sembrava sua"

Elio, che è tutor dei gruppi, ha anche cambiato il nome di alcuni suoi concorrenti:

"L'oggetto sociale di X Factor è sfornare cantanti che vendano dischi. Nel 2011 un gruppo italiano che si presenta con un nome inglese perde subito in credibilità"

Infine, una curiosità. Ecco perchè si fa chiamare Elio e non con il suo vero nome:

"Tengo alla mia privacy. Elio l'avevo scelto per un gioco con alcuni amici. Ma soprattutto perchè non volevo far sapere a mio padre e mia madre che stavo iniziando a fare il cantante"

Via | Il Giornale

  • shares
  • Mail