Motörhead, concerto annullato a Milano: cosa succede a Lemmy?

Scritto da: -

Misteriosi ematomi, problemi di cuore: circolano strane voci su Ian Kilmister, che annulla due concerti di fila, compreso quello Italiano.

Partiamo dalla notizia principale, l’ultima arrivata e che tocca proprio l’Italia: sulla pagina Facebook della Barley Arts è stata data oggi una pessima notizia, per i fan dei Motörhead. Il concerto previsto a Milano per il 25 Giugno è annullato.

Queste le parole usate dal promoter:

Con estremo rammarico si comunica che, dopo aver cancellato la data in Austria di ieri, i motorhead sono costretti ad annullare anche la data del 25 giugno a milano, per lo stesso motivo, ossia problemi di salute di lemmy, causati da un forte ematoma che gli rende impossibile al momento salire sul palco. Entro domani verranno pubblicati tutti i termini del rimborso. Ci scusiamo per il disagio e speriamo che lemmy torni presto in forma

Nel comunicato si fa riferimento anche alla notizia battuta ieri in tarda serata, secondo la quale i Motorhead non si sarebbero esibiti al See-Rock festival Austria il 22 giugno, a causa di un non meglio specificato “ematoma” che impedirebbe a Lemmy di camminare e che gli provocherebbe molto dolore.

La notizia dell’ematoma non è confermata da nessun’altra parte (sito ufficiale, Blabbermouth), è solo estratta dal comunicato emesso dallo stesso festival in una foto, poi rimossa dal sito:

Sarebbe forse meglio quindi attendere ulteriori notizie sulla salute di Lemmy, prima di strapparsi le vesti. Un ematoma può essere ovunque, può essere più o meno grave… e prima di tutto bisogna capire di che ematoma si tratti.

Certo, non incoraggia l’altra voce che gira da meno di una settimana su internet, la cui fonte è semplicemente abbozzata: Blabbermouth, annunciando che il titolo del nuovo disco dei Motorhead sarà Aftershok, intitolava Motorhead: annunciato il titolo del disco, svelato anche un problema al cuore per Lemmy. Chiaro che il mondo, a leggere un titolo così, si è spaventato, ma poi nell’articolo la cosa viene quasi sfiorata, dicendo solamente che nell’ultimo numero della rivista Classic Rock viene svelato che è stato impiantato un defibrillatore (un pace-maker) nel cuore di Lemmy.
Ebbene, abbiamo fra le mani la copia di Classic Rock (contenente tra l’altro un lunghissimo ed esclusivo articolo sui Black Sabbath), ed in effetti a pagina 65 l’argomento-Lemmy è ancora una volta solo sfiorato: sotto al titolo “La gente vuole vederci prima che muoriamo” (frase da attribuire a Phil Campbell, che spiega così il successo dei loro concerti quasi sempre sold-out), viene spiegato in due righe che recentemente Lemmy ha avuto dei problemi cardiaci, e che quindi ora ha un pace-maker. Nessun altro indizio, e la cosa in questa epoca di informazioni pervasiva è fin troppo strana.

Al momento, quindi, non si sa veramente nient’altro sulla salute di Lemmy. Non si sa se i problemi di cuore siano tornati, non si sa se sia veramente un ematoma quello che lo ha portato ad annullare i concerti, e non si può nemmeno sapere se, magari, il problema è legato al fatto che durante l’operazione al cuore non gli abbiano inserito anche un po’ di sangue, nelle vene. Sarebbe rischiosissimo per lui, un uomo a cui i controlli del ematologici rilevano che “c’è ben poco sangue nel suo alcool”, come recita una antica barzelletta.
Teniamo il sorriso in volto, rammarichiamoci per il concerto saltato, e speriamo che Lemmy torni in forma. Visto che Campbell, nell’intervista a Classic Rock, rivela anche che il prossimo disco della band sarà solo di cover, e che sta convincendo Lemmy a cantare “Livin’ On A Prayer”…

Copyright foto - Paolo Bianco, 2011

Vota l'articolo:
3.97 su 5.00 basato su 240 voti.  
 
 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Soundsblog.it fa parte del Canale Blogo Entertainment ed è un supplemento alla testata Blogo.it registrata presso il Tribunale di Milano n. 487/06, P. IVA 04699900967.