The Voice of Italy, Elhaida Dani a Soundsblog: "Canterò presto in italiano grazie a Cocciante"

Elhaida Dani, vincitrice di The Voice of Italy, racconta le sue emozioni e i suoi progetti subito dopo il trionfo.

Elhaida Dani è la trionfatrice della prima edizione della versione italiana di The Voice con il 71 % delle preferenze del pubblico televotante. A nulla sono valsi il bel faccino (e l'ottima voce) del buon Timothy Cavicchini, il muscoloso veneto che si è dovuto accontentare infatti del secondo posto. Elhaida, ventenne di orgini albanesi, ha avuto dalla sua fin da subito una voce potentissima in grado di stupire chiunque l'ascolti. Voce che si fa molto più flebile però durante la sua prima conferenza stampa da vincitrice. Perché nonostante la grinta dimostrata sul palco, la fanciulla è davvero molto timida. Qui troverete le sue dichiarazioni principali a dieci minuti dal trionfo.

Prima di tutto Elhaida assicura che non si sarebbe mai aspettata di vincere. Certo, si era già conquistata il primo posto nella versione albanese di Star Academy e c'è chi giura che, anche per questo, lei sia già famosissima nella sua terra d'origine. Ma se così davvero fosse, perché tentare la strada di un talent in Italia? Non le bastava la fama raggiunta in patria? Ecco la sua risposta:

Non vedo perché qualcuno e, a maggior ragione una cantante, dovrebbe accontentarsi dei risultati ottenuti senza cercare di andare oltre e avere sempre di più. Io sono cresciuta ascoltando musica italiana e The Voice of Italy mi sembrava una bella opportunità contando che sono già da tempo fan del format e ne seguo le edizioni all'estero.

Elhaida confessa di aver passato anche dei momenti un po' più bui durante il percorso tivvù che l'ha portata alla vittoria. Vediamo perché:

Ci sono stati dei momenti di sconforto in cui credevo, a torto, che la mia nazionalità mi avrebbe svantaggiata. Fortunatamente però il pubblico ha votato tenendo conto solo della voce, è riuscito ad andare oltre perché ha capito che la voce è di tutto il mondo e non di un solo Paese. Quando mi facevo buttare giù da questo timore, comunque, Riccardo Cocciante mi ricordava sempre: "Tu meriti di stare qua" e riusciva a tranquillizzarmi con la sua positività. Abbiamo vinto insieme!

E Cocciante sembra proprio voler puntare sulla fanciulla albanese trionfatrice di The Voice of Italy. Oltre ad averle regalato testo e musica dell'inedito When Love Calls Your Name, il boccoluto giudice pare voglia puntare anche in futuro sulla sua pupilla dall'ugola d'oro:

Riccardo dice sempre che con la voce che ho potrei cantare di tutto dal pop al rock. Io preferisco il pop ma sono sempre aperta alle sperimentazioni musicali quindi è possibile che nel mio disco ci saranno cose molto diverse da quelle che avete visto qui sul palco di The Voice. Detto questo, non vedo l'ora di poter cantare in italiano! Fra poco uscirà la versione in lingua italiana del mio inedito ma non solo: Riccardo ha scritto una canzone in italiano per me e per me è un grandissimo onore. Sicuramente farà parte del mio disco come anche, forse, un pezzo scritto da me di cui sono molto gelosa e che, per adesso, non ho ancora fatto sentire a nessuno.

Dopo aver rivelato che la sua finalista preferita fosse Silvia Capasso, racconta anche un altro particolare della sua carriera in Italia (o dei suoi tentativi di farsene una, insomma):

Un paio di anni fa andai ai provini di Amici. Avevo diciotto anni e appena ho aperto la bocca per cantare mi hanno detto che non facevo per loro. Quindi non ho passato nemmeno il primo provino e ancora mi chiedo perché siano stati così severi con me. Ai tempi non l'avevo presa bene ma adesso sono qui quindi direi che non posso proprio lamentarmi.

Queste le dichiarazioni a caldo di Elhaida Dani subito dopo essersi portata a casa la vittoria di The Voice. Dite che la ragazza riuscirà a fare strada anche da noi?

  • shares
  • Mail