The Voice, Veronica De Simone: "Nati Liberi scritto di getto in una camera d'albergo"

Il sogno di Veronica De Simome nella rosa dei finalisti di The Voice of Italy con l'immensa gioia di poter presentare un proprio inedito, Nati liberi

Mancano pochissime ore alla finale di The Voice of Italy ed i quattro supertisti dei team Cocciante, Noemi, Pelù e Carrà affilano le unghie per conquistare l'ambito traguardo: un cd con la Universal Music Italy (oltre alla fama televisiva, che non guasta). Massa Carrara fa il tifo per Veronica De Simone che aspira a diventare la vera Voce del panorama musicale italiano come confessato a La Nazione:

Magari, sarebbe fantastico! Cambierebbero gli impegni e i ritmi a cui ero abituata prima di approdare in tv ma voglio restare sempre me stessa, perché in realtà sento di aver già vinto. E' stata una bellissima opportunità per tutti i partecipanti e la possibilità di presentare un pezzo tutto nostro non ha veramente prezzo.

Giovedì, la giovane cantautrice si esibirà per la prima volta sulle note di Nati Liberi, l'inedito ascoltato in anteprima durante la semifinale:

Non poteva che essere il nome del mio soprannome, Mave Rick, Nati Liberi, scritto di getto nella mia camera d'albergo in una lunga e magica notte di The Voice.

Sicuramente, la propria vita cambierà ma la massese vuole restare con i piedi per terra temendo forti scossoni e bruschi risvegli post talent:

Non so ma voglio restare nel presente e finire il percorso che ho iniziato nel modo migliore continuando a lottare per ogni mio obiettivo, cercando di raggiungerlo com è nel mio carattere.

Indissolubile il legame affettivo ed artistico con Raffaella Carrà che l'ha sempre premiata nelle sue scelte:

Raffaella è una grande maestra di vita con un'esperienza infinta, con uno sguardo riesce a trasmetterti una grinta incredibile, quando ci esibiamo in coppia è come vivere un sogno.

Tutti ad incrociare le dita per Veronica?

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: