Amy Winehouse: partono i rumours sull'album postumo

La morte di Amy Winehouse continua, cosa inevitabile, a catalizzare l'attenzione dei media. Mentre tutto il mondo si dispera per l'accaduto (qui un'interessante analisi della situazione da parte di Gossipblog), si inizia a parlare dell'album postumo, il terzo della carriera della cantante.

Come sappiamo Amy negli ultimi due anni ha lavorato strenuamente per comporre e registrare nuovi pezzi: ha trascorso molto tempo in sala di registrazione col produttore di "Back To Black" Salaam Remi e con il più famoso Mark Ronson, uno dei suoi più attivi sostenitori nonchè artefice della hit "Rehab"; aveva anche registrato, in quel di St Lucia, molte demo dal sapore reggae che però la casa discografica non aveva voluto prendere in considerazione per un probabile progetto visto lo stile troppo marcato sul quale l'artista si era soffermata.

Adesso probabilmente quelle stesse demo dovrebbero costituire una miniera d'oro, occasione che quindi la "Island" non si farà scappare e pare che le trattative già siano in corso. A questo punto serve solo il consenso dei genitori della star. Il materiale c'è ed è pure tanto.

Intanto le previsioni danno per favorita la prima posizione di "Back To Black" nella classifica degli album più venduti in Inghilterra per la prossima settimana. Adesso staziona al 59° posto, con un solo giorno di vendite.

Anche i singoli hanno invaso letteralmente la chart, discorso che non vale solo per la classifica di "sua maestà" ma anche per quelle del resto del mondo. Sentiremo ancora molto parlare.

  • shares
  • Mail