Radiohead, Beyoncé, Pulp, Queens of the Stone Age, Janelle Monáe: i video di Glastonbury 2011

Glastonbury per gli inglesi è molto più che un'istituzione. Prima ancora che per l'ormai leggendario festival, la cittadina è anche da sempre considerata un crocevia di 'forze magiche' e teatro di scene tra il mistico e il sovrannaturale (per questo la notizia della morte del politico amico del primo ministro britannico David Cameron si ammanta di luci ancora più inquietanti). Il festival, il cui nome ufficiale è "Glastonbury Festival of Contemporary Performing Arts" e che si svolge in un paesino a dieci chilometri di distanza, dagli anni '70 continua ad essere uno degli appuntamenti più importanti per gli appassionati di tutto il mondo.

Facile allora imbattersi in performance 'speciali', preparate appositamente dagli artisti. Su questa linea il set a sorpresa dei Radiohead che hanno suonato tutto il nuovo "King of the Limbs" più due inediti: “Staircase” e “The Daily Mail” che andranno a impreziosire il prossimo live “From the basement”. La band di Oxford però non è stata la sola a sorprendere i presenti.

Regali al pubblico del festival anche da Beyoncé che ha duettato sul palco con Tricky su "Baby Boy", ha 'trasformato' la sua "If I Were a Boy" in "You Oughta Know" di Alanis Morrissette e ha eseguito una cover di "Sex On Fire" dei Kings Of Leon. Cominciano a spuntare in rete i primi video (autorizzati e non, quindi affrettatevi a guardarli). A inizio post trovate un estratto dell'esibizione dei Radiohead, dopo il salto quella dei Pulp, dei Queens of the Stone Age, di Janelle Monáe e - ovviamente - di Beyoncé.

  • shares
  • +1
  • Mail