"Chartsweep": tutti i numeri uno in classifica fino al 1992. Per cinque secondi

Chartsweep

Un 'giochino', in apparenza, che ci offre la possibilità di riflettere su come 'consumiamo' la musica. La velocità con cui cambiano le mode del momento, i nomi che ci vengono proposti come indispensabili, il concetto di diffusione 'pop' della musica attraverso i media tradizionali e non. Queste due "Chartsweep" sono opera di Hugo Keesing, insegnante di Storia della Musica e archivista: l'idea nasce da una trasmissione della fine degli anni '60 “The History of Rock ‘n’ Roll” che Keesing ascoltava sulle frequenze della WOR-FM di New York.

Con un vecchio registratore, fissava momenti della programmazione che poi iniziò a proporre ai suoi studenti del corso di “Popular Music in American Society" all'Università del Maryland. Il risultato furono dei nastri con 5 secondi di ogni brano estrapolati dai numeri uno della classifica di Billboard, montati di seguito, a partire dalla hit "Memories Are Made of This” del 1956.

Quei nastri andarono distrutti e - potenza della Rete - saltarono fuori per merito di alcuni studenti che evidentemente erano riusciti a realizzarne una serie di copie e convertirle poi in formato digitale. Risultato? Due file, settantaquattro minuti di musica, con cui cimentarsi e cercare di indovinare quali sono i brani in questione.

Ulteriore nota di merito per Keesing: la sua collezione di più di 15000 dischi è in parte conservata all'interno della "Performing Arts Library" dell'Università del Maryland come archivio consultabile che porta il suo stesso nome. Applausi a un simile impegno nella diffusione della cultura.

  • shares
  • Mail