X Factor 7, Mika: "Mi hanno scartato da un talent show"

Per il cantante 29enne, X Factor è una rivincita.

In questo periodo, Mika, artista di origine libanese e primo giudice internazionale in un talent show di produzione italiana, sta rilasciando molte interviste riguardo la sua decisione di partecipare a X Factor. Dopo aver rivelato di aver iniziato a studiare la nostra lingua e dopo aver dato sfoggio della sua conoscenza riguardo la musica italiana, l'artista 29enne ha svelato altri aneddoti e curiosità riguardo il suo legame con il genere talent show.

Mika, infatti, ha ammesso di aver tentato di intraprendere il mestiere di musicista, proprio attraverso un talent show ma ha confessato di essere stato scartato. Queste sono state le sue dichiarazioni a riguardo, rilasciate a Libero:

X Factor è un po' una rivincita. Qualche anno fa ho partecipato ai casting per un format simile e non mi hanno preso. Mi notò però Simon Cowell che mi disse: "Tu sei interessante, chiamami". Ho provato a chiamarlo per i sei mesi successivi ma non sono riuscito a parlargli. Poi lo scorso anno mi ha chiesto di partecipare ad uno show francese, come giudice, ma ho detto di no. Non era nelle mie corde.

Mika ha anche svelato che tipo di giudice sarà:

Sarò molto esigente. Mi trasferisco a Milano da settembre, farò X Factor e lavorerò anche. Mi serve perché se no mi deprimo. Insegnerò ai ragazzi, quello che hanno insegnato a me. Lavorare sui propri punti deboli e avere una persona di riferimento, qualcuno che sappia motivarti e allo stesso tempo che sia capace di bastonarti.

Riguardo ai giudici passati e ai giudici che vorrebbe al suo fianco, Mika, giocando molto di fantasia, ha espresso il suo punto di vista:

Elio è molto divertente. Apprezzo la sua originalità, che va oltre i suoi travestimenti, è parte del suo modo di fare musica. Mi piace anche Simona Ventura, regina dello star system, e Morgan. Chi vorrei al mio fianco? Non so. Non Bruce Springsteen perché non parlerebbe molto. Neppure Mina perché sarei in soggezione a tenere un dibattito con lei. Forse Dita Von Teese perché è creativa.

Foto | © Getty Images

  • shares
  • Mail