Fare Musica: #1 - i manuali di chitarra di Massimo Varini


Parte oggi la nuova rubrica Fare Musica, che fornirà consigli e segnalazioni sia a quei lettori che vorrebbero cominciare a suonare uno strumento, sia a quelli già attivi musicalmente.

Di volta in volta segnaleremo un manuale, un libro, un accessorio, uno strumento, un sito web... qualsiasi cosa possa facilitare il compito del musicista in erba e non. Vorremmo che questo fosse uno spazio più interattivo possibile: invitiamo quindi tutti i lettori interessati a partecipare attivamente inviandoci consigli, richieste, idee e quant'altro all'apposito indirizzo di posta faremusica@soundsblog.it .

Per questa prima puntata abbiamo realizzato una breve recensione dei manuali didattici curati dal chitarrista e compositore Massimo Varini, da qualche anno i più venduti a livello nazionale. Nella fattispecie abbiamo deciso di illustrarvi quei libri della collana che rappresentano la base assoluta, l'ABC per i principianti che non hanno mai preso in mano una chitarra: Manuale di Chitarra Vol. 1, Manuale di Chitarra Vol.2 e Il Quaderno del Chitarrista.

Andiamo a scoprirli insieme, dopo la pausa!

Ricordo quando da ragazzino provai a imparare a suonare la chitarra da autodidatta. Era il 1995, internet non c'era ancora e non disponevamo neanche lontanamente dei mezzi sui quali un autodidatta odierno può contare. Comprai un pessimo libro che non mi aiutò, e uno spartito/tablatura di Nevermind pieno zeppo di errori. Scoraggiato, in poco tempo decisi di abbandonare e ripresi in mano una chitarra solo dopo diversi anni.

Al giorno d'oggi è molto diverso: è facilissimo trovare tonnellate di informazioni, lezioni e corsi vari con due click del mouse. Mi sono chiesto però quale fosse attualmente la soluzione migliore per cominciare da zero, e ho cominciato a spulciare molti manuali e video-lezioni, sia gratis che non. La conclusione alla quale sono giunto è che i manuali di Massimo Varini sembrano il compromesso ideale sotto ogni punto di vista.


I due Manuale di Chitarra Vol. 1 e Vol. 2 sono entrambi composti da manuale cartaceo e DVD per un totale di oltre 120 pagine e cinque ore di lezioni in video. La prima cosa si nota è il tono estremamente amichevole e colloquiale utilizzato da Varini, che dà del tu al lettore/spettatore ed evita qualsiasi sfumatura troppo seriosa. Questa scelta si dimostra simpatica e, immaginiamo, particolarmente efficace con il pubblico più giovane.

L'obiettivo di Massimo Varini sembra essere quello di fornire ai fruitori di questi manuali base il modo più veloce (e meno noioso) possibile per essere in grado in tempi brevi di strimpellare qualcosa e rendersi conto se ci sia la giusta passione per continuare lo studio dello strumento. Le nozioni teoriche e tecniche ci sono, ma spesso vengono ad esse anteposti approcci più pratici. Anche questa scelta ci è piaciuta molto, perché durante i primissimi passi dell'apprendimento insistere troppo su alcuni concetti teorici potrebbe essere addirittura controproducente e far passare la voglia allo studente, che naturalmente vuole cominciare a strimpellare qualcosa e divertirsi con la chitarra il prima possibile.

Nel primo volume, dove si trattano i rudimenti e si arrivano a suonare alcuni accordi, troviamo fra le altre cose: riconoscere i vari tipi di chitarre, come accordare la chitarra, come cambiare le corde, postura del corpo e posizione delle mani, come tenere il plettro, leggere le tablature, accordi, accordi barrè (temutissimi dai principianti), primi giri armonici, accenni di chitarra classica.


Naturalmente il secondo volume è più avanzato, e fra i suoi contenuti troviamo nozioni leggermente più impegnative come scale e accenni di melodia per suonare la chitarra solista. Non mancano la sezione dedicata ai fantomatici "Power Chord" - in assoluto gli accordi più divertenti per chi non vede l'ora di suonare qualcosa di veramente "rock" - e una breve introduzione al Blues, genere musicale che potrebbe risultare estremamente divertente da suonare anche per coloro che solitamente non amano ascoltarlo (vi parlo per esperienza diretta).

La buona organizzazione delle lezioni fa sì che il supporto cartaceo e quello video siano quasi sempre perfettamente complementari: concentrarsi solo sulla visione dei DVD ignorando il manuale sarebbe un grave errore, e naturalmente leggere solo il manuale non avvalendosi dei DVD sarebbe ancora peggio. Nei DVD sono anche contenute basi inMP3 e il SongMaker, software polivalente creato dallo stesso Massimo Varini che può essere utilizzato come metronomo, accordatore, per ascoltare gli accordi, per far partire basi di accompagnamento e altre cose ancora.

Durante le lezioni lo stesso Massimo Varini esprime più volte un concetto assolutamente indiscutibile: nessun manuale, per quanto ben fatto, potrà mai sostituire un insegnante in carne ed ossa. Siamo completamente d'accordo, ma ci sentiamo di consigliare di dare almeno un'occhiata ai suoi manuali a chiunque volesse imboccare la strada dell'autodidatta.

Per quanto riguarda Il Quaderno del Chitarrista, si tratta di un vero e proprio quaderno cartaceo che mette a disposizione dello studente pentagrammi semplici, pentagrammi con tablature, rigo ritmico, box, fingerboard, un memorandum con tutti gli accordi e le scale più utilizzate e diversi altri strumenti utili ad annotare qualsiasi lavoro musicale. Presenti anche esercizi divisi in tre diversi gradi di difficoltà. Tutti i fogli sono rimuovibili e inseribili in un raccoglitore ad anelli; la carta è di ottima qualità e permette la scrittura con qualsiasi tipo di penna, china o matita.

I manuali di Massimo Varini sono distribuiti dalla Carisch di Milano, e reperibili in qualsiasi libreria o negozio di musica, oppure online al sito MassimoVarini.it, che fra le altre cose contiene un forum dotato di una sezione di supporto per i principianti. Manuale di Chitarra Vol. 1 e Vol. 2 costano una cifra complessiva inferiore ai 30€ (14,90€ cadauno), mentre per il Quaderno del Chitarrista si parla di circa 8€.




Cosa ci piace
Cosa non ci piace


  • Ottimo prezzo per la quantità, qualità e scelta degli argomenti trattati

  • Tono colloquiale e spiegazioni chiare

  • Probabilmente la miglior scelta possibile fra le varie offerte sul mercato




  • Sporadici errori di regia che, in alcuni casi, non offrono l'inquadratura migliore possibile durante le video-lezioni


Chi volesse un'anteprima delle lezioni può trovare moltissimo materiale gratuito nel canale Youtube di Massimo Varini. Per chiudere, riportiamo proprio il video della prima lezione contenuta all'interno di Manuale di Chitarra Vol. 1.

Non dimenticate di inviarci segnalazioni, richieste e consigli all'indirizzo faremusica@soundsblog.it .

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 35 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail