Libri

Libri


Libri... cosa vi evoca questa semplice parolina? Forse quei noiosi manuali scolastici, su cui vi siete chinati con fatica, per apprendere nozioni che in quel momento, magari, vi sembravano del tutto inutili? Oppure un libro, per voi, rappresenta un intero mondo racchiuso in un giro di pagine? Un'occasione per evadere con la mente, per sbrigliare la fantasia, o per riflettere sul senso profondo dell'esistenza? O, infine, la possibilità di vivere più di una vita in modo vicario, perché i grandi libri - che siano saggi, memorie o romanzi indimenticabili - ci offrono nuove chiavi di lettura per decifrare quel complicato e meraviglioso enigma che è la vita umana.

Le statistiche ci informano che gli italiani non sono dei grandi lettori, alta è la percentuale di chi legge meno di un libro all'anno. Eppure tutti desiderano fare gli scrittori... forse abbagliati dal miraggio di un facile guadagno, chissà. Si moltiplicano, anche on-line, i concorsi per aspiranti scrittori, i siti che promettono di pubblicare il classico "romanzo nel cassetto" per non parlare dei corsi di "scrittura creativa". Ma tanta buona volontà a che serve, se poi nessuno legge quello che scriviamo, e noi stessi non leggiamo le cose scritte dagli altri? Enigma senza soluzione...

Certo è che, ormai, un libro non si nega a nessuno: gli scaffali delle librerie si affollano di opere scritte (direttamente o attraverso la compiacente penna di un giornalista) da star dello showbiz e da calciatori, da presentatrici tv aspiranti chef e chef che hanno vinto reality di cucina. Insomma, la verità è che di libri ne troviamo proprio per tutti i gusti! Ad esempio, avete mai dato un'occhiata ai coloratissimi settori dedicati alla letteratura per l'infanzia? Che si tratti di grandi classici come fiabe e romanzi alla "Piccole Donne" e "I ragazzi della via Pal", oppure di nuovi successi editoriali planetari come Harry Potter o Geronomino Stilton, tutti, allo stesso modo, sono lì per stimolare la fantasia, per far sognare, per mostrare mondi e realtà mirabolanti.

Chi di noi, bambino, non ha infatti trascorso ore indimenticabili in compagnia di Pinocchio e della Fata dai Capelli Turchini, o di Peter Pan e dei suoi "bambini perduti"? Ma i libri non sono solo una via preferenziale per evadere la realtà, sono anche un utile strumento per imparare qualcosa su di sé. Quanti manuali sono a nostra disposizione per fornirci guide su come migliorarci, su come dimagrire, smettere di fumare, trovare l'anima gemella, migliorare l'autostima, realizzare i nostri progetti eccetera? Guide... che possono illuminarci, oppure no. Ma se non cominciamo a leggere fin da piccoli, è certo difficile che ci accostiamo a questi oggetti fatti di carta, che si riempiono di polvere se non aperti ogni tanto. E' più facile che preferiamo una bella rivista di gossip, se proprio vogliamo sforzare la vista. Del resto, i libri sono oggetti costosi!

A proposito di carta, perché non provare migliorare il nostro rapporto con le opere letterarie grazie alla tecnologia? Ad esempio facendoci regalare - magari per Natale o per il compleanno - un bel e-book reader, dentro al quale "scaricare" un bel po' di opere da sfogliare - sempre elettronicamente - quando ne abbiamo voglia? Questo piccolo tablet lo infiliamo in borsa senza problemi, non gualcisce, non occupa spazio e ci consente di salvare qualche foresta... che non è male! Insomma, la morale è sempre quella: leggiamo, leggiamo, leggiamo! Manuali di ricette, biografie di calciatori, libri di barzellette, saggi di politica, romanzi sentimentali leggeri come una nuvola rosa.... Comprati, prestati o regalati, tutti i libri vanno bene, purché si legga!

Archivi

Archivi per mese

2014

2013

2012

2011

2010

2009

2008

2007

2006

2005

2004